La Finanza sequestra 40 milioni, controlli sui bilanci del Comune di Siena - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

La Finanza sequestra 40 milioni, controlli sui bilanci del Comune di Siena

Siena – comune piazza del Campo

Nell’ ambito dell’inchiesta sul Monte dei Paschi di Siena, il nucleo speciale polizia valutaria della Guardia di Finanza sta eseguendo in queste ore sequestri di titoli e liquidità presso banche e fiduciarie per circa 40 milioni di euro, oggetto di scudo fiscale. I finanzieri stanno dando esecuzione a cinque decreti di sequestro probatorio presso terzi. I provvedimenti – secondo quanto si è appreso – vengono eseguiti nei confronti di banche e fiduciarie nell’ ambito del reato contestato ad alcuni indagati dell’inchiesta di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni del Monte dei Paschi di Siena. Un ispettore arrivato da Roma starebbe controllando da giorni il bilancio 2011 del Comune di Siena. La notizia è stata confermata da alcune fonti. Non è chiaro ancora se si tratti di un ispettore ministeriale o di un altro organismo dello Stato. C’è stato unl consiglio d’amministrazione di Banca Monte dei Paschi, presieduto da Alessandro Profumo. All’ordine del giorno il dossier sui derivati e l’analisi delle soluzioni che saranno illustrate dall’Ad Fabrizio Viola. Infine l’ex direttore generale di banca Monte dei Paschi Antonio Vigni si èè appena entrato nel Palazzo di Giustizia di Siena per presentarsi davanti ai magistrati che indagano sull’acquisizione di banca Antonveneta da parte del Monte. Vigni è arrivato accompagnato dai suoi due legali, Roberto Borgogno ed Enrico De Martino, che hanno confermato ai giornalisti che l’ex direttore generale è pronto a rispondere alle domande dei pm Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso, titolari dell’inchiesta su Antonveneta.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login