Cipro, contagio scongiurato. Ok al piano di salvataggio - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Cipro, contagio scongiurato. Ok al piano di salvataggio

Fumata bianca a Bruxelles al termine della maratona negoziale per salvare Cipro dalla bancarotta. A notte fonda l’Eurogruppo ha dato il via libera al piano per la concessione all’isola di aiuti per dieci miliardi di euro. L’accordo raggiunto dopo quasi dodici ore di trattativa tra il presidente cipriota Nicos Anastasiades e la troika riguarda solamente la Laiki, la maggiore banca dell’isola, e la Bank of Cyprus, la più grande. Questa sarà chiusa attraverso un processo controllato e i suoi asset finiranno in una ‘good bank’ e in una ‘bad bank’. Per i depositi sotto i 100mila euro scatterà la garanzia europea, quindi saranno salvi. Non ci sarà alcuna tassa o prelievo, ma i conti sopra i 100mila euro subiranno delle perdite che saranno decise durante il processo di liquidazione. Anche la Bank of Cyprus, che conta molti depositi russi, subirà delle perdite, ma non sarà l’Eurogruppo a stabilirlo, bensì lo farà nelle prossime settimane la troika, assieme alle autorità cipriote. Soddisfatto il ministro delle Finanze cipriota Michael Sarris: “Abbiamo evitato una disastrosa uscita dall’euro e la bancarotta, andiamo incontro a tempi duri per Cipro, ma è il miglior accordo che potessimo fare”. Sarris non ha precisato quando riapriranno le banche dell’isola, chiuse da una settimana.”L’accordo mette fine alle incertezze su Cipro e sulla zona euro”, ha commentato il presidente dell’eurogruppo, l’olandese Jeroen Dijsselbloem, spiegando che “l’intesa evita la tassa e ristruttura profondamente il settore bancario di Cipro”. “Il programma – ha precisato – contiene un approccio deciso per affrontare gli squilibri del settore finanziario. Ci sarà un’appropriata riduzione, con il settore bancario che raggiungerà la media europea nel 2018. Inoltre, Cipro s’impegna ad un programma di consolidamento dei conti, riforme e privatizzazioni”.
Dal canto suo, il direttore del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde ha detto che raccomanderà al Fmi di partecipare al piano di salvataggio di Cipro. L’intesa è “buona”, perché “protegge i depositi sotto i 100mila euro, limita le misure alle due banche maggiormente problematiche e divide il peso tra Ue e Cipro in modo equo”, ha aggiunto.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login