Ostia, dopo anni di violenze trova il coraggio e fa arrestare l’ex compagno - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Ostia, dopo anni di violenze trova il coraggio e fa arrestare l’ex compagno

stalking_botteArrestato stamattina dagli investigatori del commissariato di Ostia il 35enne M.D., a seguito di una storia di violenza familiare, purtroppo comune a tante altre verificatesi negli ultimi tempi. L’uomo, con precedenti penali, è colpevole di aver ripetutamente minacciato e usato violenze nei confronti della ex compagna, madre dei suoi due figli, entrambi minori di 14 anni. La vittima ha resistito 10 anni prima di trovare il coraggio di denunciare gli abusi casalinghi del compagno, e lo ha fatto in seguito alla particolare gravità dell’ultima violenza subita (30 giorni di prognosi), nel corso della quale i due ragazzini hanno cercato di fermare il padre, chiedendo che non picchiasse la mamma. La donna in commissariato ha fatto il resoconto di anni di soprusi, fornendo anche il riscontro dei certificati medici, risalenti fino al 2002. Gli investigatori, coordinati dal dr. Antonio Franco, hanno poi raccolto una serie di testimonianze schiaccianti che hanno portato al primo arresto dell’uomo, lo scorso aprile. Rilasciato dopo pochi mesi in regime di arresto domiciliare, al solo scopo di permettergli di lavorare per il sostentamento dei minori, il padre ha poi ottenuto la libertà in attesa del processo, dichiarando l’intenzione di cambiare atteggiamento nei confronti dell’ex compagna. Nonostante il divieto di avvicinarsi ai luoghi da lei frequentati, lo scorso 12 settembre, con la scusa di voler salutare i figli, si è presentato davanti alla loro scuola, aggredendo e minacciando verbalmente la donna, che è fuggita rifugiandosi nel commissariato di zona. Appreso l’accaduto gli uomini della Polizia hanno contattato il Pubblico Ministero Antonio Calaresu, del pool Antiviolenze, che il giorno stesso ha richiesto al Giudice per le Indagini Preliminari – stante la reiterazione del reato e la spregiudicatezza dell’individuo – la continuazione della misura cautelare in carcere. L’uomo, resosi irreperibile nei due giorni successivi, è stato rintracciato ed arrestato nella giornata di ieri

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login