Vigili contro Marino, sondaggio per un possibile sciopero - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Vigili contro Marino, sondaggio per un possibile sciopero

vigili“Il Coordinamento Romano Ugl-Polizia Locale Roma, dopo aver più volte denunciato la totale assenza da parte del Sindaco di Roma di politiche sulla sicurezza e sull’organizzazione del Corpo, annuncia di voler indire tra i lavoratori, un sondaggio circa l’opportunità di proclamare lo sciopero della categoria. Oggetto specifico della protesta, non solo il preoccupante pressapochismo con cui l’amministrazione stà gestendo problematiche quali il mancato scorrimento delle procedure concorsuali avviate ormai da quasi quattro anni, la mancata copertura finanziaria dei servizi straordinari e la mancata copertura assicurativa dei danni cagionati al personale per motivi di servizio ma l’assoluta assenza, della correttezza minima nei rapporti con le parti sociali». Così in una nota il coordinatore romano Ugl Polizia Locale, Marco Milani: «Non sfugge infatti a questa sigla – prosegue – l’atteggiamento dell’On. Marino, il quale in più di un occasione (dalla farsesca nomina del ‘Comandantè Liporace, al rimangiato annuncio di voler annullare il maxiconcorso del 2010, passando per la nomina dell’ attuale Comandante Generale del Corpo) ha ritenuto di annunciare alla stampa, decisioni di fondamentale importanza per i lavoratori, senza preventivo confronto con le parti sociali ed anzi spesso ‘provocatoriamentè, nell’ imminenza di previsti e programmati incontri. L’Ugl Polizia Locale Roma, denuncia infine i possibili rischi di carenza di servizi cui si esporrebbe la cittadinanza, qualora l’amministrazione decida di continuare ad affidarsi a non ben qualificati ma molto retribuiti ‘consigliorì, i quali persistono nell’ idea di fare cassa tagliando il salario accessorio (indennità festive e notturne) ai dipendenti. Nel ricordare all’On. Sindaco, come i lavoratori della Polizia Locale, appartengano contrattualmente alla categoria dei dipendenti Comunali, evidenziamo come l’eventuale taglio delle indennità, consentirebbe al singolo lavoratore della Polizia Locale, di limitarsi a prestare servizio dal lunedì al venerdì (come sancito da numerose sentenze), con la conseguente mancanza di servizi fondamentali alla cittadinanza, nei giorni festivi ed orari notturni, che tale improvvida scelta comporterebbe».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login