Marino scopre l’emergenza rifiuti: inaccettabile, ora cambio i vertici dell’Ama - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Marino scopre l’emergenza rifiuti: inaccettabile, ora cambio i vertici dell’Ama

Il Sindaco: "sono veramente molto, molto irritato. È una situazione che deve essere corretta con sentimento di urgenza, perchè questa è la Capitale

marino_rifiuti«La situazione della raccolta rifiuti è inaccettabile, sono molto irritato, presto ci sarà un cambio di leadership all’Ama». Lo ha detto il sindaco di Roma, Ignazio Marino, a margine di una iniziativa al Tuscolano. Il cambio dei vertici dovrebbe arrivare «nel giro di poche settimane». Le difficoltà nella raccolta dei rifiuti sono emerse durante le feste di Natale, quando i cassonetti era stracolmi di rifiuti. «Da una ventina di giorni insieme all’assessore Estella Marino stiamo conducendo i colloqui con le persone che abbiamo selezionato con i curricula più prestigiosi che abbiamo potuto selezionare in tutto il Paese – ha spiegato il sindaco -. Spero che nel giro di poche settimane avremo la nuova leadership e davvero una grande discontinuità in un settore cruciale per la qualità della vita dei cittadini». «Ieri l’assessore – ha detto ancora Marino – ha convocato d’urgenza il direttore generale, e anche adesso tornando in Campidoglio ho un incontro con lei e con altri del gabinetto per fare il punto perchè davvero non possiamo avere la città in queste condizioni. Non è dignitoso per le romane e i romani e per tutti quelli che vengono da fuori. Io sono veramente molto, molto irritato – ha sottolineato Marino – È una situazione che deve essere corretta con sentimento di urgenza, perchè questa è la Capitale». A chi gli chiedeva se con l’arrivo di più soldi per la differenziata sarebbe cambiato qualcosa, Marino ha risposto: «Certamente sì, quello che occorre è un cambio con la differenziata, ma certamente occorreranno dei mesi perchè l’aumento in percentuale ci sia. Tutti gli studi dicono che è relativamente facile giungere al 45%, mentre sarà difficile dal 45 arrivare al 60-65%. Ma quello che mi preoccupa in questo momento, con senso di urgenza, è risolvere il problema attuale della raccolta, perchè non è possibile che ci siano tanti cassonetti rovesciati, stracolmi. Deve essere aumentato il servizio – ha concluso – soprattutto in questi giorni in cui aumenta il volume dei rifiuti».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login