Ponte Galeria, autopsia sulla donna trovata mummificata | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Ponte Galeria, domani l’autopsia sulla donna trovata mummificata

++ Donna trovata morta in casa a Roma, è omicidio ++Si svolgerà domani l’autopsia sul corpo della donna trovata sabato mattina priva di vita in un campo a 15 metri da via Malnome in zona Ponte Galeria. Ciò per permettere agli esperti di reidratare i polpastrelli e poter recuperare le impronte digitali per poterla identificare. L’incarico per lo svolgimento dell’esame autoptico è stato affidato ad un medico legale del policlinico Gemelli questa mattina negli uffici della Procura capitolina dove è stata aperta un’inchiesta sulla vicenda coordinata dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani. Il cadavere della donna, vestita (pantaloni rossi, maglietta nera, sandali indosso mentre accanto al corpo è stato trovato un giacchetto jeans) senza documenti, con in tasca 70 euro, un coltellino multiuso e un foglio di preghiere in tedesco, è stato trovato infatti in avanzato stato di decomposizione, con la testa e le braccia mummificate per la prolungata esposizione al sole. Di età apparente tra i 40 e i 50 anni, ma forse anche meno, capelli biondi, occhi azzurri e carnagione chiara, la morte potrebbe risalire fino a cinque-sette giorni fa. L’allarme è stato dato da un passante che ha notato il corpo a circa 15 metri dal margine della strada. Sul ritrovamento indagano i carabinieri della Compagnia di Ostia, guidati dal maggiore Sebastiano Arena, che stanno esaminando i filmati delle riprese delle telecamere di due esercizi commerciali non troppo distanti. Alcuni elementi utili, da questo accertamento, sarebbero emersi per fare chiarezza sulla vicenda. Gli investigatori, però, per il momento non si sbilanciano e attendono l’esame autoptico. Chi indaga comunque sembra propendere per un decesso a causa di un malore, piuttosto che per un omicidio. Dall’esame esterno del cadavere infatti non sono emersi segni evidenti di violenza. Escluso, allo stato, che la donna potesse essere una prostituta. Nella zona, infatti, ve ne sono parecchie, molte delle quali già sentite dai militari. Al vaglio, invece, l’ipotesi che sia un senza fissa dimora: forse una persona che si è allontanata volontariamente di recente. La donna, particolarmente magra, era infatti comunque curata: tra i particolari che hanno incuriosito chi indaga la circostanza che avesse le unghie dei piedi in ordine e con smalto non rovinato. Via Malnome, la strada del ritrovamento, si trova non lontano dalla ex mega discarica di Malagrotta, dove sorgono numerosi insediamenti abusivi di immigrati. Il cadavere era in un punto in cui molti tagliano per accorciare il percorso.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login