Giallo di Ferragosto: morte naturale per la clochard mummificata di Ponte Galeria | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Ponte Galeria, a una svolta il giallo di Ferragosto: morte naturale per la clochard mummificata

Polizia-auto-05_fullSi fa strada l’ipotesi di una morte naturale nel ‘giallò di Ferragosto della donna trovata mummificata, perché morta da diversi giorni, in un terreno incolto di Ponte Galeria, all’estrema periferia di Roma. Secondo quanto si è appreso, gli investigatori starebbero prendendo in considerazione la pista di un decesso per malore dopo aver accertato che la vittima fosse una clochard che frequentava quella zona. Questo dettaglio, spiegano fonti investigative, risolve il ‘misterò del luogo del ritrovamento: un’area di campagna abbandonata distante circa 15 metri dalla strada. Ma solo l’autopsia, slittata a domani mattina, potrà accertare con esattezza le cause del decesso. I carabinieri della compagnia di Ostia hanno esaminato le registrazioni delle telecamere di sorveglianza di alcuni esercizi della zona e hanno accertato la presenza della donna in quell’area fino al giorno 11 agosto. Dai primi accertamenti medico-legali la morte sarebbe stata stabilita intorno a quella data, ma il corpo è stato ritrovato solo alcuni giorni dopo.

Intanto l’autopsia è slittata a domani mattina per permettere agli esperti di completare la reidratazione dei polpastrelli delle dita per estrapolare le impronte digitali nella speranza di trovare un qualche riscontro nell’Afis. Nel frattempo continuano le indagini dei carabinieri di Ostia che stanno continuando a sentire persone. Dalle audizioni è emerso che la donna era appunto un senza fissa dimora che frequentava la zona ma che non viveva nell’insediamento vicino al luogo in cui è stata trovata morta. La telecamere di sorveglianza di un esercizio commerciale in via della Muratella, ancora in corso di visione da parte dei militari, ha inoltre ripreso nei giorni scorsi una senza fissa dimora che assomiglierebbe molto fisicamente e con un abbigliamento simile a quello indossato dalla donna trovata morta sabato. I filmati accertano la presenza della donna in quell’area fino all’11 agosto, giorno ritenuto verosimile quale data della morte dai primi rilievi medico legali. Chi indaga è convito che la causa del decesso sia un malore, ma solo l’autopsia potrà sciogliere il nodo.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login