Abusivismo, l'albergo poteva avere 49 posti letto lui ne attrezza 149 | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Abusivismo, aveva un albergo da 145 posti letto ma era autorizzato per meno della metà: chiusa la struttura

piazza fontana di treviGestiva un albergo a due passi da Fontana di Trevi con 145 posti letto quando invece la struttura era autorizzata ad averne appena 49.Ieri, in seguito all’attività investigativa iniziata ad ottobre 2013 e agli accertamenti penali e amministrativi, gli agenti della Polizia Locale hanno chiuso parte dell’albergo e denunciato il responsabile della struttura. Il titolare, negli anni di attività della struttura in vicolo del Babuccio, aveva acquistato diversi immobili adiacenti all’hotel – tutti sottoposti a vincolo della Sovrintendenza  – e in seguito, attraverso opere edili e cambi di destinazione d’uso privi di autorizzazione e titolo, gli aveva trasformati in struttura ricettive inglobandoli via via al nucleo originale. Così facendo le stanze, inizialmente 25 in tutto, sono diventate 71 e i posti letto sono aumentati, passando da 49 a 145 con introiti evidentemente maggiori per la gestione. La Polizia Locale ha infatti calcolato come i guadagni, nel solo periodo delle indagini, siano stati oltre 2 milioni di euro provenienti dal solo affitto delle stanze prive di autorizzazione. L’ordinanza di chiusura è scattata a seguito di una Determinazione Dirigenziale del 13 agosto emessa dal Dipartimento Promozione del Turismo e della Moda, relativa all’attività abusivamente intrapresa dall’hotel e ha permesso di chiudere 27  unità immobiliari per un totale di 60 posti letto.

 

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login