I giallorossi cambiano in difesa: Benatia saluta Roma, arriva Manolas | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Roma, ufficiale in difesa si cambia: Benatia parte per Monaco e arriva Manolas

kostas manolas Uno arriva, l’altro parte. La Roma chiude il tormentone di mercato legato al nome di Mehdi Benatia cedendo il marocchino al Bayern Monaco e acquistando contestualmente il greco Kostas Manolas dall’Olympiakos. I due difensori si sono anche incrociati a Trigoria nell’ultimo giorno in giallorosso di Benatia prima della partenza per la Baviera dove domani svolgerà le visite e firmerà il contratto che lo legherà per i prossimi cinque anni alla squadra di Guardiola. Identico, ma inverso, il percorso di Manolas, sbarcato nella Capitale in mattinata per i test medici (al Policlinico Gemelli) e la firma sul contratto nel centro sportivo alla presenza del ceo Zanzi e del dg Baldissoni. A perfezionare la doppia operazione di mercato, però, è stato come sempre Sabatini. Il ds romanista, anche se non è riuscito a strappare al Bayern il prezzo che aveva annunciato per Benatia in conferenza stampa (valutò il giocatore 61 milioni), ha comunque messo a segno l’ennesima plusvalenza della sua gestione in giallorosso. Le due società hanno preferito non rivelare le cifre con cui si è chiuso l’accordo («Entrambi i club hanno deciso di non divulgare i termini del trasferimento» sottolinea la nota del club bavarese), ma alla fine nella casse della Roma dovrebbero entrare 26 milioni di euro più altri 4 legati ai bonus (e a cui si aggiungerà anche l’incasso di una amichevole alla Allianz Arena tra le due squadre), per un totale di oltre 30 milioni pagabili in due anni. In pratica, quindi, il marocchino in un solo campionato con la maglia della Roma ha più che raddoppiato il proprio valore visto che nella passata stagione era stato prelevato dall’Udinese per 13,5 milioni. Cifra che più o meno Sabatini ha versato nelle casse dell’Olympiakos per assicurarsi Manolas, già in campo agli ordini di Garcia nell’allenamento del pomeriggio. Il centrale greco, che vestirà la maglia numero 44, sarà il sostituto di Benatia e già sabato sera all’Olimpico dovrebbe trovarsi a debuttare contro la Fiorentina. Castan infatti ancora non ha superato i problemi fisici che lo costringono a svolgere esclusivamente lavoro fisioterapico, De Rossi non appare a proprio agio in una difesa a quattro, e l’unico certo del posto finora è Astori (Romagnoli dovrebbe andare in prestito alla Sampdoria, con Sabatini pronto a chiudere per uno tra Basa o Balanta che occuperà l’ultimo posto da extracomunitario). Con Manolas e l’ex Cagliari, poi, ci saranno Torosidis a destra (Maicon è indisponibile) e Cole a sinistra, per una linea difensiva completamente rivoluzionata rispetto all’esordio in campionato dello scorso anno.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login