Adozioni gay, Gioventù nazionale dice no | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Adozioni gay, con uno striscione Gioventù nazionale si schiera contro la scelta del tribunale

striscione vs adozioni gayQuesta notte i militanti di Gioventù Nazionale hanno esposto uno striscione sul muro del Tribunale dei Minorenni a Roma con su scritto ‘Non c’è capriccio che funzioni, per i gay niente adozioni«. »Ultimamente in Italia è in corso una battaglia ideologica per cercare di snaturare la concezione di Famiglia, prima nascondendosi dietro leggi anti discriminazioni per combattere l’omofobia e ora con questa allucinante sentenza del Tribunale dei Minorenni – dichiarano Daniele Saponaro e Andrea Moi, responsabili di Gioventù Nazionale di Roma – È sconcertante, sia giuridicamente che politicamente, che si apra la strada alle adozioni da parte di coppie dello stesso sesso accogliendo giurisdizioni di Paesi esteri (le due donne si erano sposate all’estero), con questa sentenza si scavalca la funzione propria di un organo giudiziario entrando nella sfera di attribuzioni del Parlamento. Luxuria si sciacqui la bocca prima di sparare idiozie su temi delicati come questi, noi staremo sempre in prima linea a difendere l’unico modello di Famiglia che la società conosca, quella in cui i figli hanno il diritto di crescere con la loro mamma e il loro papà«.(

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login