Tombe in vendita, il Comune fa cassa con i manufatti sepolcrali | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Tombe in vendita, il Comune fa cassa con i manufatti sepolcrali

tomba monumentale‘Vendesì tombe monumentali, cappelle ed edicole. Il Campidoglio e Ama mettono all’asta 56 manufatti sepolcrali – il bando prevede l’assegnazione di concessioni della durata di 75 anni. Per un valore complessivo di base asta di oltre 3,7 milioni di euro. Si tratta di concessioni cimiteriali di vario tipo (cappelle, edicole, tombe monumentali e tombe a terra) che sono rientrate nella disponibilità dell’amministrazione comunale: 31 sono al cimitero del Verano, 20 al Flaminio, quattro al Laurentino e una a Castel di Guido. Il lotto più costoso è al Cimitero del Verano: il costo della Cappella supera i 650mila euro – all’asta in questo caso potranno partecipare non solo cittadini privati ma anche enti morali e associazioni civili e religiose. Sempre al Verano gli altri cinque lotti più costosi che vanno dai 100 ai 200mila euro. I cittadini che intendono partecipare all’asta pubblica possono reperire tutte le informazioni sul sito ‘aste.cimitericapitolini.it’. Nella stessa pagina web sarà possibile visualizzare la localizzazione dei singoli manufatti nei cimiteri. Le domande di partecipazione devono essere presentate entro le ore 13 del 15 ottobre 2014. «Stiamo lavorando per orientare tutta la nostra iniziativa al miglioramento del servizio nei cimiteri capitolini – dice l’ad di Ama Daniele Fortini – I servizi devono migliorare attraverso un programma di rinnovamento dei cimiteri capitolini implementando la qualità generale anche sulla base delle richieste dei cittadini. Tutte le relazioni con l’utenza sono state già portate ad orario continuato ed è stato allestito un nucleo operativo di pronto intervento. Abbiamo già i primi risultati di questa nuova gestione: i tempi di cremazione sono diminuiti del 50% e vogliamo ridurli ulteriormente. Sono stati ridotti del 50% i servizi esternalizzati». «Si tratta di un’asta rimasta ferma anni – commenta l’assessore all’Ambiente di Roma Capitale Estella Marino – ci sono manufatti di grande pregio, sarà un’asta telematica e speriamo in una grande partecipazione in modo da poter reinvestire i soldi per la cura e la manutenzione del verde e dei cimiteri».

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login