Fori Imperiali, per Natale Roma l'area illuminata. Costo: 15 milioni | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Fori Imperiali, per il Natale di Roma l’area illuminata. Costo: 15 milioni di euro

fori illuminatiNarrare la storia al chiaro di luna. Esaltare Roma by night con un’illuminazione ad effetto che renda più suggestiva e fruibile l’immenso parco archeologico nel cuore della capitale ora consegnato all’oblio nelle ore notturne. Dal 21 aprile del 2015, giorno in cui si celebra il Natale di Roma, i Fori Imperiali saranno illuminati in notturna. Il nuovo progetto artistico per l’area archeologica di Roma porta la firma del premio Oscar Vittorio Storaro e vanta già il supporto economico di Unilever. Ma per la sua realizzazione si prevede l’arrivo ancora di altri mecenati. «L’area dei Fori Imperiali è un patrimonio unico nel pianeta ed è incredibile che non sia illuminato durante le ore notturne – ha detto durante la conferenza di presentazione del piano il sindaco Ignazio Marino – In questo modo sarà anche più leggibile». Il noto direttore della fotografia italiano, vincitore di tre Oscar per Apocalypse Now, Reds e L’ultimo imperatore, è ‘l’ideatore luministicò e supervisore artistico del progetto, mentre la direzione artistica è affidata all’architetto Francesca Storaro. Verranno illuminati, interamente con corpi a led, tre dei cinque fori: di Augusto, di Nerva e di Traiano. In particolare il Foro di Augusto sarà investito da un’onda di luce che sale dalla terra. «La partenza permanente – ha spiegato Vittorio Storaro – sta nel rapporto tra luci e ombre con tanti punti intermedi dotati di grande capacità espressiva». All’occorrenza, «in caso di eventi speciali, si potrà dare una sottolineatura in più». Il maestro delle luci ha quindi ringraziato Marino per aver avuto l’idea «di riunire sotto il cielo di Roma la storia e la cultura in un parco archeologico unico al mondo, un parco da mostrare sotto una nuova luce ad un pubblico non solo romano e italiano». Da parte sua, il primo cittadino ha sottolineato che «il presidente di Unilever Angelo Trocchia ha messo a disposizione le risorse per lo studio del progetto (che, a quanto si apprende, ammontano a circa 100 mila euro, ndr). Siamo nella fase conclusiva per identificare chi donera» interamente i fondi per la realizzazione del progetto, che si aggirano tra un milione e un milione e mezzo di euro. Entro fine settembre sapremo«. E Trocchia, ha aggiunto: »Abbiamo deciso di dare il nostro contribuito per un progetto speciale di un luogo speciale«. Novità in arrivo anche per lo spettacolo ‘Il Foro di Augusto, 2000 anni dopò di Piero Angela e Paco Lanciano. »L’investimento è stato di 800 mila euro e ci avevano detto che sarebbe rientrato in 3 o 4 anni, invece è rientrato in tre o quattro mesi – ha riferito il primo cittadino -: ha fruttato fino ad oggi oltre un milione di euro. Quando farà buio più presto, al posto di tre spettacoli ne avremo quattro dalle 19. Stiamo lavorando per questo«.

email




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *