Notte di fine estate, in migliaia a Fiumicino fino all'alba | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Notte di fine estate, in migliaia a Fiumicino fino all’alba

notte fine estate fiumicinoMigliaia di persone hanno vissuto fino all’alba a Fiumicino le decine di appuntamenti che hanno caratterizzato la ‘Notte di Fine Estatè, evento che ha siglato la conclusione degli eventi estivi nel comune costiero. Alla seconda ‘Notte Biancà del 2014 tanti i visitatori incuriositi giunti, oltre che da Roma, anche dai comuni vicini come Ladispoli, Cerveteri, Bracciano. Oltre al coinvolgimento diretto di ristoranti, locali, stabilimenti balneari con proprie iniziative, protagonisti numerosi concerti di musica dal vivo, a partire dalla Moonlight Big Band con la Notte di swing sotto le stelle, accanto ad esibizioni di scuole di danza, che hanno animato le aree pedonalizzate, via Giorgio Giorgis, il centro storico di Fiumicino, lungo il porto canale, e la darsena portuale (che sarà intitolata alla memoria dell’ex compianto sindaco Giancarlo Bozzetto), che è stata anche il teatro dell’esposizione delle eccellenze enogastronomiche del territorio e le attività della nautica e della vela. Poco prima di mezzanotte l’epilogo con i fuochi pirotecnici. Diversi eventi di spicco però hanno caratterizzato anche Fregene: in pineta un maxischermo per la «Notte di Fellini» e la proiezione di tre film: ‘Lo sceicco biancò, ‘Giulietta degli spiritì e ‘Otto e mezzo.’ Altri quattro schermi sono stati posizionati su viale Castellammare con filmati di vario tipo, anche storici. Viale Castellammare, pedonalizzata, ha visto attività di strada, passeggiate in bicicletta, musica e animazione, anche per bambini, compreso il trenino turistico, con un tour guidato alla scoperta della storia di Fregene. Grande affluenza nelle aree archeologiche di Fiumicino, al Castello S.Giorgio di Maccarese e all’Oasi Wwf di Macchiagrande- Il centro Bioversity di Maccarese ha aperto per la prima volta al pubblico con un mercato agricolo e la degustazione di prodotti del territorio, giochi e attività per bambini, musica, discussioni sul tema della biodiversità, e una corsa, la prima edizione della ‘Run for Biodiversity’, di 5 km non competitiva. Aranova ha ospitato l’osservazione del cielo con telescopi, mentre Torrimpietra si è trasformata nella ‘Città dei vinì con la degustazione proposta da otto cantine del Lazio, curata dall’associazione Strada del vino e dei prodotti tipici delle terre etrusco romane.

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login