Champions, la Roma a Manchester. Garcia sicuro: "La pressione è tutta sul City" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Champions, la Roma a Manchester. Garcia sicuro: “La pressione è tutta sul City”

Alleggerire il peso dell’impegno dalle spalle dei propri giocatori spostandolo per intero su quelle degli avversari. Alla vigilia della sfida di Champions League in casa del Manchester City, Rudi Garcia prova a far salire ulteriormente la tensione nello spogliatoio della squadra di Pellegrini, sconfitta all’esordio dal Bayern Monaco e per questo già costretta a fare risultato con la Roma. «Noi abbiamo iniziato bene e i tre punti che fatti col Cska Mosca ci danno la possibilità di giocare senza pressione, soprattutto perchè dopo il sorteggio già sembrava scritto che questa partita era persa per la Roma – ricorda il tecnico giallorosso -. Allora penso che noi abbiamo tanto da guadagnare domani, e forse loro più da perdere». Di certo, un pareggio a Totti e compagni andrebbe comunque bene. «Se saremo in grado di fare punti sarà un passo interessante per la qualificazione, tuttavia niente sarà definitivo – sottolinea Garcia – Non voglio nemmeno pensare a un nostro risultato negativo, ma in caso ci saranno ancora 12 punti in palio. Domani non finisce il girone, siamo solo alla seconda partita». Partita in cui la Roma proverà a dimostrare di essere all’altezza delle big del calcio europeo: «Non dimentichiamo che eravamo in quarta fascia al sorteggio e quindi, visto che ci sono i campioni di Germania e Inghilterra, non possiamo che avere un ruolo da outsider nel girone. Ma questa cosa ci dà tanto orgoglio per dimostrare che forse la valutazione della nostra squadra può essere più alta». «Dobbiamo essere protagonisti domani, non è il caso di fare gli spettatori – aggiunge il francese, che spera di non dover fare a meno di De Sanctis tra i pali per un affaticamento muscolare – Sappiamo bene che sarà dura, ma faremo di tutto per renderla dura anche al City». Parlando dei Citizens, Garcia evidenzia quindi la loro capacità di tenere il possesso del pallone per poi «accelerare il gioco quando creano o trovano spazi con i loro giocatori importanti. Domani vedremo che atteggiamento avrà il City, ma dovremo essere pronti a rispondere a tutto. E non solo per quanto riguarda la fase difensiva». «Dovremo essere molto organizzati per recuperare la palla, e soprattutto usarla bene dopo, perchè ci sarà anche un piano offensivo per noi – ricorda il tecnico – e sono sicuro che avremo il nostro momento domani e lo dovremo sfruttare al meglio». Per pensare al confronto diretto con la Juventus, insomma, ci sarà tempo. Nessuno all’interno dello spogliatoio romanista ha in mente i colori bianconeri. «Le partite di Champions sono molto facili da preparare, perchè non ho bisogno di motivare i giocatori. Loro saranno al 100% – conclude Garcia -. Dopo la partita col City avremo quasi una settimana per preparare la gara di campionato. Questo vuol dire che domani possiamo dare tutto in campo. Non facciamo nessun calcolo».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login