Un pino cade a via dei Fori Imperiali: chiuso il tratto ai pedoni | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Un pino cade a via dei Fori Imperiali, Marino: “Inaccettabile”. Parte il check up degli alberi

Un grande pino si è schiantato all’improvviso la scorsa notte in via dei Fori Imperiali. Non ci sono stati feriti perchè in quel momento, verso l’una di notte, non passava nessuna. Via dei Fori Imperiali è stata così chiusa al traffico sia veicolare – compresi mezzi pubblici ed ambulanze – sia pedonale nel tratto compreso da largo Corrado Ricci fino a via San Pietro in Carcere (salita laterale del Campidoglio) su richiesta dei vigili del fuoco che hanno chiesto al servizio giardini una verifica immediata di tutti i pini che si trovano sulla via. Se la situazione non si dovesse risolvere entro oggi, potrebbe profilarsi per domani una giornata di caos soprattutto per i mezzi pubblici ed i mezzi di soccorso. Quattro pattuglie dei vigili urbani hanno il compito di impedire ai pedoni di passare sulla strada. Un albero caduto e via dei Fori imperiali ‘transennatà e chiusa per un tratto anche ai pedoni. Una situazione «inaccettabile» per Ignazio Marino che subito dopo aver inaugurato la metro C questa mattina andato in via dei Fori per risolvere di persona la questione e cercare di riaprire la via il più presto possibile. «Questo è più degli Champs-Èlysèe a Parigi. Non si può chiudere una strada come questa. Non si può morire di burocrazia» commenta il sindaco di Roma visibilmente infastidito e irritato. Poi inizia un giro di telefonate tra vigili del fuoco, servizio giardini, protezione civile e assessorato all’Ambiente. E alla fine annuncia «Non me ne vado di qui fin quando non si riapre la strada». Check-up e potatura degli alberi di via dei Fori imperiali per evitare episodi come quello accaduto nella notte quando un pino caduto che ha causato la chiusura della strada anche ai pedoni. «Ho insistito tantissimo affinchè i lavori iniziassero subito, già da questo pomeriggio, – chiosa il sindaco di Roma Ignazio Marino durante un sopralluogo su via dei Fori imperiali – ed andassero ad oltranza anche stanotte». «Il motivo della caduta dipende dal fatto che gli alberi arrivano a un certo punto e, dopo una serie di sollecitazioni accumulate nel tempo, cedono – spiega Rocco Sgherzi, docente universitario della Sapienza – Con un primo screening abbiamo identificato che su 18 alberi, 6 piante hanno anomalie evidenti che necessitano quindi di un controllo. Intanto potiamo in modo da alleggerire le chiome». «Siamo ricchi di alberi anziani quindi è necessario lavorare sul rinnovo delle alberature – dice l’assessore all’Ambiente Estella Marino – una questione con cui ci siamo confrontati da inizio consiliatura. Per questo abbiamo costruito il nuovo appalto per le potature che comprende anche verifica, controllo monitoraggio e sostituzione soprattutto quando abbiamo delle emergenze. Ieri mattina eravamo in via Ronciglione perchè, dopo i controlli e la valutazione del rischio, si è definito che sei alberature dovevano essere rimosse ma per tutta la mattina ci sono state proteste dei cittadini che non ci hanno fatto fare la rimozione. Questo per far capire che noi non lo facciamo perchè ci divertiamo ad abbattere gli alberi ma perchè, come è evidente, ce ne sono alcuni ormai arrivati a fine ciclo vita che vanno rimossi e sostituiti e l’impegno dell’Amministrazione è mettere un pò di fondi anche per la ripiantumazione e alberature nuove».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login