Volo di Stato per il ministro Pinotti, la procura apre un'inchiesta | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Volo di Stato per il ministro Pinotti, la procura apre un’inchiesta

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo in relazione alla denuncia presentata da deputati M5S sul presunto utilizzo improprio, da parte del ministro della difesa Roberta Pinotti, di un volo di Stato. Nel procedimento, al momento contro ignoti, si ipotizza il reato di peculato d’uso. Il fascicolo è all’attenzione degli aggiunti Francesco Caporale e Roberto Felici. Il ministro della Difesa, sostengono i Cinque Stelle, avrebbe usato un Falcon 50 dell’Aeronautica militare italiana per farsi accompagnare a casa a Genova, il 5 settembre scorso, approfittando di un volo di addestramento programmato dal 31mo stormo dell’Aeronautica. Il fascicolo, in base a quanto si apprende da fonti giudiziarie, una volta istruito potrebbe essere trasmesso al tribunale dei Ministri. Ieri il ministero della Difesa ha precisato che quello preso dal ministro «è stato un volo del tutto legittimo, come sarà puntualmente chiarito in ogni sede, compresa quella parlamentare». Si tratta, per la Difesa, di «un volo addestrativo che non ha comportato alcun maggior onere ma, al contrario, ha determinato un risparmio per l’erario».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login