Rifiuti, per la raccolta della carta la Regione premierà con un'opera pubblica il Comune 'riciclone' | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Rifiuti, per la raccolta della carta la Regione premierà con un’opera pubblica il Comune ‘riciclone’

Un’opera pubblica in premio per il Comune che ricicla più carta e un programma di raccolta differenziata spinta per gli uffici pubblici della Regione Lazio. È quanto prevede il protocollo d’intesa per diffondere le buone pratiche della raccolta differenziata e il riciclo di carta e cartone stipulato tra il presidente Nicola Zingaretti e il Comieco (Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica), rappresentato oggi da Sabrina Borrelli in sostituzione del dg Carlo Montalbetti. Il protocollo arriva nell’ambito della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti e intende incrementare i livelli e migliorare la qualità delle raccolte differenziate, promuovere e valorizzare le migliori esperienze di raccolta degli imballaggi, sensibilizzare le istituzioni, favorire le collaborazioni e lo scambio di informazioni sulle migliori pratiche nazionali e non solo. La Regione e il Comieco hanno già individuato una serie di iniziative da mettere subito in atto, a partire dalle ‘Cartoniadì, una gara tra i Comuni per chi ricicla più carta, il progetto ‘Carta Ufficiò per la raccolta spinta di carta e cartone negli uffici regionali; il monitoraggio e della divulgazione dei dati sulla raccolta differenziata di carta e cartone, per costituire un ‘Club dei Comuni EcoCampionì. Ma anche promuovere la realizzazione dei ‘Cartonmezzì, strumenti itineranti di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata, e svolgere attività formative sull’argomento. La Regione Lazio ha disposto di stanziare 100 mila euro di premio da investire per i Comuni vincitori delle Cartoniadi. «Ci sarà una gara tra i Comuni con premi in opere pubbliche – ha spiegato Zingaretti – un parco, un giardino o una strada, per chi riciclerà più carta possibile. Questo chiamerà a raccolta le famiglie, gli amministratori, le associazioni e le comunità che potranno realizzare un’opera pubblica nel proprio Comune producendo risparmio di carta e vendendo carta riciclata. Una buona gestione dei rifiuti fa incassare soldi, mentre il caos provoca perdita di risorse. Dobbiamo cambiare tutto, anche in questo». «Il documento – ha aggiunto l’assessore ai Rifiuti Michele Civita – impegna entrambi a mettere in campo iniziative per ridurre e riutilizzare la carta e il cartone, e impegna noi stessi, negli uffici pubblici della Regione, con il programma ‘Carta ufficiò: noi formeremo i nostri dipendenti a un migliore utilizzo della carta e del cartone. La Regione ha avuto in questi anni performance importanti in questo senso, ma c’è ancora tantissimo da fare per raggiungere le Regioni più virtuose d’Italia, e noi vogliamo essere tra coloro che si impegnano di più».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login