Infrastrutture, l'annuncio dell'assessore Fabiani: "Sbloccati 15 milioni per opere viarie e idriche" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Infrastrutture, l’annuncio dell’assessore Fabiani: “Sbloccati 15 milioni per opere viarie e idriche”

La Regione Lazio è riuscita a rendere disponibili 14,9 milioni di euro per investimenti utili alle infrastrutture per lo sviluppo economico allocati secondo i termini della Legge Regionale n. 60 1978: 9,2 milioni di euro relativi a 6 progetti del 2011; 5,7 milioni di euro per il 2013 (per un totale di 10 progetti di intervento). Questo insieme di interventi consentirà di migliorare finalmente diversi collegamenti stradali, potenziare la viabilità a servizio dei consorzi industriali, incrementare la funzionalità dei depuratori, delle reti idriche e fognarie, migliorare l’illuminazione pubblica. Si tratta di una nuova serie di opere aggiuntive rispetto a quelle già avviate o programmate dall’attuale Giunta regionale tramite il Bilancio ordinario o l’utilizzo dei Fondi Comunitari con l’obiettivo di potenziare infrastrutture e servizi per favorire lo sviluppo del tessuto produttivo locale. L’assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive della Regione Lazio, Guido Fabiani, e il presidente della Commissione Sviluppo Economico del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Ciarla, hanno presentato presso il Parco Cinecittà World di Castel Romano, il dettaglio degli investimenti e delle opere che saranno realizzate grazie al recupero di questi fondi. «Si tratta – ha affermato Guido Fabiani – di investimenti immediatamente spendibili su tutto il territorio regionale attraverso opere finanziate che risultano essere strategiche per l’economia della nostra Regione. Opere per le quali gli impegni e i costi relativi non sono stati rispettati dall’amministrazione precedente». Con lo sblocco dei 15 milioni i soggetti vincitori delle due graduatorie potranno avviare, entro 180 giorni, l’apertura dei cantieri, condizione per ricevere, secondo le modalità previste dai bandi, le tre quote in cui è suddiviso ciascun finanziamento regionale distribuito nel corso del triennio 2014-2016. Una prima tranche di pagamenti del 10% del valore degli interventi verrà effettuata entro il 2014. Il successivo 40% del finanziamento avverrà nel 2015 e il restante 50% nel 2016, secondo le modalità tipiche degli stati di avanzamento dei cantieri.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login