Capodanno, ancora sequestri di botti illegali: 5 denunce | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Capodanno, ancora sequestri di botti illegali: 5 denunce

– Sono proseguiti per tutta la giornata di ieri, fino a poche ore prima dei festeggiamenti per la fine dell’anno, i controlli dei carabinieri a Roma e Provincia per i ‘bottì illegali o pericolosi che hanno portato all’arresto di uno straniero, alla denuncia di 5 persone e al sequestro di circa 230 kg di materiale esplodente che vanno a sommarsi agli ulteriori 1226 kg di botti e alle altre 9 persone denunciate nei giorni scorsi. Nella tarda mattinata di ieri i carabinieri della Stazione di Roma Casalbertone durante un controllo di un esercizio commerciale, hanno denunciato a piede libero un 34enne italiano, per detenzione e vendita illegale di botti. Nel retrobottega i militari hanno trovato circa 30 kg di materiale pirotecnico, di II e IV categoria, conservato all’interno di alcuni scatoloni, destinato alla vendita al dettaglio. In via Ariana ad Artena, i carabinieri della Compagnia di Frascati hanno denunciato 3 italiani, di 22, 25 e 59 anni, tutti residenti a Cisterna di Latina, per detenzione e commercio abusivo di materiale esplodente e porto illegale di materiale pirotecnico. I 3 stavano vendendo sulla strada bombe carta, razzi e fontane di fuoco, del peso di circa 100 Kg, sprovvisti di autorizzazione. I carabinieri della Stazione di Vicovaro nel corso di un controllo all’interno di un esercizio commerciale di casalinghi, gestito da un cinese, di 38 anni, hanno rinvenuto e sequestrato, ben occultati all’interno di un ripostiglio, circa 100 kg di materiale e giochi pirotecnici, di IV e V categoria, conservati all’interno di alcuni scatoloni, destinati alla vendita al dettaglio. Lo straniero nel corso del controllo ha tentato, più volte, di far desistere i militari, offrendo loro la somma di 500 euro, che aveva prelevato dal registratore di cassa. L’uomo è stato arrestato per istigazione alla corruzione e denunciato per il commercio abusivo di materiale esplodente.

email




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *