Epifania, ecco tutti gli eventi della Befana. M5s: "A piazza Navona non passa il mercimonio" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Epifania, ecco tutti gli eventi della Befana. M5s: “A piazza Navona non passa il mercimonio”

Gran finale a piazza Navona per la nuova festa che ha animato quest’anno le vacanze di Natale dal 24 dicembre con giochi, teatro, musica, oltre alla storica giostra, al presepe e agli spettacoli viaggianti. Niente bancarelle per quest’edizione, lo sappiamo, e ormai la querelle è già storia dell’anno passato. La protesta dei commercianti che non hanno ritirato il permesso per allestire il mercato, in polemica con il nuovo bando pro decoro, ha lasciato il posto a una festa alternativa, con un fitto programma di eventi, curati dagli assessorati alla Cultura e alla Attività produttive del Municipio Roma I e Roma Capitale, che si sono svolti tutti i giorni, la mattina, nel primo e nel tardo pomeriggio. Per oggi, lunedì 5 gennaio, grande ospite dell’epifania a Piazza Navona sarà una delle punte di diamante del teatro romano, Daniele Parisi, con il suo “Ab hoc et ab hac”, tra le migliori proposte teatrali del 2014. In “Ab hoc et ab hac” Daniele Parisi darà prova delle sue capacità interpretative con uno spettacolo che si modella sul pubblico coinvolgendolo con ironie, psicopatologie quotidiane e ipocondrie. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito.Per domani invece, giorno della Befana, il 6 gennaio, la grande chiusura. A partire dalle ore 10.00 spettacoli teatrali a cura della Compagnia della Ribalta, Laboratori e giochi per bambini e Truccabimbi, Teatro delle Marionatte. Nel pomeriggio, dalle 13.00, concerti di Musca corale, il Roma Fringe Festival Wintertime alle 16.30, il Presepe vivente e la sfilata in costumi d’epoca dei Re Magi a cavallo alle 17.00 e alle 18.00 Concerto di Musica corale con The Session Voice. Il Presepe vivente sarà visitabile a partire dalle ore 11,30 fino al termine dei festeggiamenti previsti per le ore 18,00 all’interno del cortile di Palazzo Braschi. L’opera sarà realizzata dal Gruppo Storico Romano, attraverso una rivisitazione storica con un allestimento della scena della natività, così come nella visione di S. Francesco d’ Assisi, all’interno dello storico cortile di Palazzo Braschi. Il corteo dei Re Magi a cavallo, realizzato ad opera dell’Accademia del Teatro Equestre, arriverà in piazza verso le ore 17,30. Scortati da un drappello d’onore in costume d’epoca del Reggimento Lancieri di Montebello (8°), i Magi si presenteranno su piazza Navona seguiti da una corte di paggi e pastori. Cavalieri e cavalli saranno artisti protagonisti degli spettacoli del Carnevale Romano, tra cui Andrea Giovannini, equestre di fama internazionale e dressagista e Roberto Concezzi. I vestiti del corteo sono stati messi a disposizione del Teatro dell’Opera di Roma. Al fine di provocare, anche con il gioco, lo stupore dei bimbi presenti si alterneranno nel corso della giornata più di una trentina di  rievocatori storici. L’evento è stato possibile attraverso le associazioni: Ass. Culturale Carnevale Romano, Accademia del Teatro Equestre, Gruppo Storico Romano, con la partecipazione dell’AACS di Roma e Ass. Navona 2003. “Uno dei momenti più importanti di una rassegna culturale molto ricca e di qualità – commenta Andrea Valeri, assessore alla Cultura del Municipio Roma I – dal primo giorno l’interesse è stato soprattutto quello di far divertire i bambini e realizzare attraverso laboratori e spettacoli un modo originale di vivere le feste”.

 

“Ringraziamo tutti gli artisti, le associazioni culturali, del territorio e i residenti che in modo del tutto gratuito hanno dato del tempo durante le festività per regalare a Roma un Natale di Cultura e divertimento – ha detto Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio Roma I – la riuscita della manifestazione ci darà degli spunti per le prossime edizioni della festa”.

 

«Per l’Epifania il Bioparco di Roma, in collaborazione con la Presidenza dell’Assemblea Capitolina di Roma Capitale, organizza una giornata con attività di animazione a tema Befana: in compagnia dei clown del Bioparco i bambini seguiranno le avventure di una sbadata ed impacciata Befana, tra gag e situazioni paradossali, con un finale a sorpresa che coinvolgerà l’elefante asiatico Sofia». Così una nota del Bioparco. «Anche per la Befana proponiamo una giornata di edutainment ‘a tu per tu con la naturà – sottolinea il presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Federico Coccìa – con l’obiettivo di far conoscere, attraverso il contatto diretto, la biologia e il comportamento degli animali. La forte componente interattiva delle attività rispecchia un nuovo modo di intendere l’educazione, in cui i bambini sono i protagonisti di un processo di partecipazione e di sensibilizzazione nei confronti della natura; permette inoltre – conclude Coccìa – un avvicinamento alla diversità e ricchezza delle forme di vita animale per sviluppare in tutti una maggiore cultura del rispetto».

«Finalmente Piazza Navona torna ai cittadini con una festa più ricca di eventi culturali e con meno bancarelle di cibi e giocattoli spazzatura. Una festa ancora da migliorare e arricchire, certo, ma è utile partire dai fatti. La presenza del partito unico si manifesta anche all’interno dell’Assemblea Capitolina. Infatti una maggioranza bipartisan ha preteso di impegnare Sindaco e giunta per lasciare inalterati l’assegnazione dei posteggi per la festa della Befana in Piazza Navona, cioè disporre che per l’edizione 2014-2015, dati i tempi ormai ristretti, la manifestazione si svolgesse secondo i parametri adottati negli anni precedenti, prorogando le concessioni già rilasciate, al 6 gennaio 2015. Molti consiglieri PD hanno votato a favore della mozione ed in particolare: Coratti, Grippo, Policastro e Tiburzi. Votava a favore anche Franco Marino della lista Marino (Ignazio). La mozione non è passata grazie all’opposizione compatta dal M5S per un solo voto!». Lo comunica, in una nota, il M5S. «Con tale decisione si sarebbe consegnata ai romani una piazza Navona, piena di bancarelle e camion bar che nulla hanno a che fare con la tradizionale ‘festa della Befanà, che da circa un secolo si svolge all’insegna del folklore e di una specificità che la rende famosa in tutta Europa – prosegue la nota – Grazie ai voti contrari del M5S capitolino il mercato di Piazza Navona manterrà il suo storico significato legato alla specializzazione nell’offerta di soli beni natalizi. Così, dopo decenni di interventi legislativi Deliberazioni proroghe e rinnovi, prescrizioni disattese, è stato pubblicato a fine novembre il nuovo bando per la festa della Befana a piazza Navona che fissa i criteri per l’assegnazione dei posteggi sulle aree pubbliche della Piazza. Ci saranno il 38% dei banchi in meno (da 115 passano a 72), niente merce appesa fuori e dentro i chioschi, niente bigiotteria, soprammobili, quadri, filatelia ma solo articoli strettamente legati al Natale. La soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici non ha ammesso deroghe alle prescrizioni. È un risultato importante perché la piazza sarà più ordinata e pulita senza merci appese alle strutture e con l’esposizione di soli articoli natalizi. Anche più sicura, con una minore ‘calcà del pubblico. La vendita di souvenir e cineserie è stata esclusa cosi come l’indicazione di quelle categorie merceologiche che costituivano presupposto per vendere qualsiasi oggetto. Per il M5S capitolino questo è solo un esempio di come si possono tutelare i luoghi simbolo della nostra città attraverso criteri di lavoro che puntino al riordino generale di norme e regole che spesso vengono disattese».

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login