Incendio in una ex fabbrica di amianto, allarme sulla nube tossica ma la prefettura rassicura | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Incendio in una ex fabbrica di amianto, allarme sulla nube tossica ma la prefettura rassicura

Nessun allarme ambientale all’ex Cememit di Ferentino, nel frusinate. Lo assicurano i vigili del fuoco informando che l’incendio verificatosi nell’ex sito, dove si produceva amianto fino a una decina di anni fa, ha interessato solo pochi rifiuti nell’area esterna del piazzale. L’incendio è stato spento senza interessare i capannoni che si estendono per circa quattromila metri quadrati con copertura di amianto.Dalle nove di questa mattina è chiuso in uscita il casello autostradale di Ferentino. Chiuso anche il tratto di superstrada dall’ingresso di Frosinone in direzione Ferentino. L’incendio alla ex Cemamit continua a preoccupare e, soprattutto i fumi che si stanno liberando nell’aria. La polizia municipale, i carabinieri, la polizia stradale stanno evitando al traffico di avvicinarsi allo stabilimento. I vigili urbani consigliano ai residenti di chiudere finestre e rimanere in casa.  La prefettura di Frosinone che sta seguendo l’evoluzione dell’incendio della Cemamit di Ferentino assicura sul fatto che la nube che ha invaso il territorio circostante non sarebbe tossica. Lo stesso rappresentante del Governo ha dato mandato ai tecnici dell’Arpa di effettuare rilievi e campionature per accertare la non tossicità dell’aria. Intanto è stato delimitato un raggio di interdizione di cento metri dall’opificio in fiamme per permettere al personale di emergenza di operare in tranquillità. Si fa appello alla gente di non avvicinarsi ostacolando con la presenza le operazioni attualmente ancora in corso.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login