Roma, De Rossi sogna lo scudetto: "Con Garcia noi in alto" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Roma, De Rossi sogna lo scudetto: “Con Garcia noi in alto”

– Roma al lavoro in vista del difficile match contro la Fiorentina tra voglia di riscatto, dopo la deludente prestazione di Palermo, e voci di mercato. Una partita, quella di domenica sera a Firenze, che rivedrà in campo, una volta scontata la squalifica, oltre a Nainggolan anche Daniele De Rossi che nonostante l’aria di crisi e il rischio di perdere sempre più contatto dalla capolista Juventus rilancia le ambizioni della squadra di Garcia. «È un abile psicologo, ha ricreato entusiasmo dal nulla. Un derby perso in finale lascia delle ceneri ma poi abbiamo vinto il derby dopo due mesi e lo dobbiamo a lui. Arriverà dove vuole, se non è questo è quello dopo ma arriverà a portare Roma sul tetto d’Italia». E per vincere lo scudetto subito sarà fondamentale la sfida con la Juve del 2 marzo: «La storia con la Juventus – aggiunge De Rossi – è stata condita con polemiche arbitrali, noi giocatori dobbiamo superarle, dobbiamo vincere tutte le partite e sperare che il 2 marzo sia una partita che i tifosi della Roma racconteranno ai loro figli. Siamo in grado di battere la Juve e arrivare fino in fondo». Dalle parole incoraggianti di De Rossi ai sogni di mercato della Roma. Nonostante le parole di Mourinho («Salah è convocato per domani, è un giocatore importante per noi, anche perchè non possono giocare tutte le partite sempre gli stessi diciotto calciatori») resta vivo l’interesse della società per il giocatore egiziano il cui possibile arrivo ha provocato l’intervento della comunità ebraica della Capitale. Il giocatore in passato è stato accusato di antisemitismo per non aver stretto la mano agli avversari del Maccabi Tel Aviv durante una gara di Champions League. «Noi ebrei come potremmo continuare a tifare Roma se dovesse ingaggiare un antisemita?» ha tuonato via Twitter il presidente dell’associazione Maccabi Italia, Vittorio Pavoncello. Andando al lavoro fatto oggi dalla squadra in campo, il greco Manolas ha dato segni di ripresa effettuando in parte un lavoro differenziato ed in parte col gruppo ma di fatto resta in dubbio per la gara con la Fiorentina. Tutto bene per Ljajic, Astori e Maicon che hanno lavorato regolarmente. Novità per quanto riguarda l’orario di Verona-Roma, in programma domenica 22 febbraio per la 24a giornata: si giocherà alle 15 e non alle 18. L’anticipo, rende noto la Lega, è legato alla richiesta dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive del Ministero dell’Interno di far giocare la partita in orario diurno, «per consentire una migliore gestione dell’ordine e della sicurezza pubblica».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login