La Pisana cerca il segretario generale: bando aperto agli esterni | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

La Pisana cerca il segretario generale: bando aperto agli esterni

Il Consiglio regionale del Lazio ha lanciato un bando per affidare «a un soggetto esterno ai dirigenti» il ruolo di segretario generale, posizione attualmente ricoperta dal vicario Costantino Vespasiano. La determina 35 del 3 febbraio scorso è disponibile sul sito della Pisana, nella sezione ‘Avvisì, e indica tutte le caratteristiche che deve avere il candidato all’incarico. A presentare domanda possono essere «i soggetti esterni al ruolo dei dirigenti del Consiglio regionale», laureati in giurisprudenza e «dotati di comprovata qualificazione professionale, che hanno svolto attività in organismi ed enti pubblici o privati o aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per almeno un quinquennio in incarichi di direzione di strutture di coordinamento» o «provenienti dai settori della ricerca, della docenza universitaria, della magistratura ordinaria, amministrativa o contabile e dei ruoli degli avvocati e procuratori dello Stato». Saranno elementi di valutazione, continua la determina «le specializzazioni post universitarie, le abilitazioni possedute, i master e gli altri titoli post-universitari eventualmente posseduti nonchè l’iscrizione ad albi professionali coerenti con la posizione da ricoprire; la particolare e comprovata esperienza professionale, acquisita, per almeno un quinquennio, nello svolgimento di funzioni dirigenziali; la formazione manageriale; la comprovata esperienza professionale, acquisita in pubbliche amministrazioni, in organismi ed enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private, maturata nella qualifica dirigenziale». Le domande vanno inviate alla Pisana entro 15 giorni dalla pubblicazione sul Burl e sul sito del Consiglio regionale del Lazio, cioè da ieri. «Il trattamento economico onnicomprensivo annuo lordo, ivi compresa l’indennità di risultato – si legge infine nella determina – è fissato nell’importo massimo previsto dalla normativa nazionale e regionale vigente in materia». Il segretario generale uscente, così come è pubblicato nella sezione ‘Amministrazione trasparentè del sito del Consiglio regionale, aveva una retribuzione annua lorda di 180.792 euro.

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login