Lazio, Candreva rinnova fino al 2019: "Esulterò con questa maglia" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Lazio, Candreva rinnova fino al 2019: “Esulterò con questa maglia”

Ogni stagione il suo nome è accostato a grandi club, ma Antonio Candreva giura fedeltà alla Lazio. «Fino al 2019 esulterò sicuramente con questa maglia, poi spero anche dopo», assicura il centrocampista, a Lazio style radio. Quanto alla possibilità di diventare il capitano dei biancocelesti ricorda, invece, la presenza di «grandi senatori, come Mauri, Radu e Ledesma». Il n. 87 laziale torna poi a ribadire le ambizioni per questa stagione: «Eravamo al terzo posto, fossimo stati più concentrati certe partite non le avremmo perse – si rammarica -. Ma abbiamo voglia, entusiasmo e vogliamo tornare in Europa». Servirà fare di più dei 31 punti dell’andata. «Non basteranno, perchè tutte vanno forte, dobbiamo pensare partita dopo partita e giocare per i tre punti». Come fatto contro l’Udinese («era importante non perdere il treno per l’Europa») e come auspica di fare contro il Palermo, domenica. «Speriamo di dare continuità e di fare un filotto di sei risultati utili consecutivi – prosegue Candreva -. Cominciamo ad arrivare alla fine, le squadre vicine a noi sono forti, dobbiamo scendere in campo per vincerle tutte. All’andata ricordo un Palermo che aveva raccolto meno di quanto espresso. Sappiamo che sarà difficile, dopo la vittoria contro il Napoli hanno voglia e davanti stanno facendo molto bene, ma noi siamo pronti». Il biancoceleste, tornato in gol proprio contro i friulani, spera di recuperare presto la forma migliore: «Non sono ancora al 100%, posso dare ancora molto. La condizione fisica la ritroverò con gli allenamenti e giocando sempre». E crescere come la Lazio che, secondo il ds Igli Tare, nei prossimi due-tre anni potrà puntare allo scudetto. «L’evoluzione c’è stata quest’anno sia per quanto riguarda la guida tecnica che per quanto riguarda i compagni – rileva -. Chi è mancato è stato sostituito alla grande, ci sentiamo tutti titolari e questo è importante perchè le grandi squadre hanno venti titolari. Perchè no, una squadra come la Lazio deve puntare in alto».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login