Palombara, deputati Pd: "Interrogazione urgente al ministro Lorenzin" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Palombara, deputati Pd: “Interrogazione urgente al ministro Lorenzin”

«Scongiurare l’apertura di un REMS (Residenze per l’esecuzione della misura di sicurezza sanitaria) nella struttura del SS. Salvatore di Palombara Sabina e mettere in atto invece ‘quanto stabilito dal Protocollo d’intesa tra la Regione Lazio, la Asl RmG e il Comune di Palombara Sabina che prevedeva l’inserimento della Casa della Salute di Palombara Sabina nella sperimentazione nazionale, come struttura di riferimento del centro Italià. È quanto chiedono i deputati del Partito democratico Andrea Ferro, Monica Gregori, Marietta Tidei, Emiliano Minnucci, Ileana Piazzoni e Renzo Carella in un’interrogazione presentata ieri al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin». Così, in una nota, i deputati del Partito democratico Andrea Ferro, Monica Gregori, Marietta Tidei, Emiliano Minnucci, Ileana Piazzoni e Renzo Carella. Secondo i parlamentari, infatti, «ad oggi la Casa della Salute non è utilizzata come sede degli studi dei medici di Medicina Generale e dei Pediatri di libera scelta, non è garantita la presenza in H24 dei Medici di Famiglia e della Continuità Assistenziale (Ospedale di Comunità) e non è stata realizzata l’istituzione di servizi e attività di grande valenza assistenziale. Utilizzare la struttura ospedaliera, seppur in via provvisoria, come sede di Rems, in superamento dei vecchi Ospedali psichiatrici giudiziari, così come previsto dalla Asl RmG con provvedimento n.114 del 12 febbraio 2015, comporterebbe aggravi di spesa per il suo adeguamento, mentre, spiegano i deputati, »l’abbandono del progetto della Casa della Salute, unitamente alla chiusura di altri Ospedali, sta rendendo gravoso il raggiungimento dei ottimali livelli di tutela della salute dei cittadini dell’intera area di competenza della Asl RmG«. Quindi, concludono, »è intenzione dei Comuni della Sabina (Palombara Sabina, Marcellina, Moricone, Montelibretti, Montorio, Nerola, Sant’Angelo Romano e Monteflavio) deliberare un atto di indirizzo alla Regione Lazio, per tutelare la struttura sanitaria del SS.Salvatore e favorire l’ottimizzazione delle risorse che lo caratterizzano, scongiurando un ulteriore declassamento della struttura«.

 

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login