Via Filarete, dopo due anni lavori finiti e voragine chiusa | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Via Filarete, dopo due anni lavori finiti e voragine chiusa

Riapre via Filarete, strada di Torpignattara, dove nell’aprile di due anni fa si era aperta una voragine. Ad inaugurare la riapertura al pubblico il sindaco di Roma Ignazio Marino e l’assessore ai lavori pubblici Maurizio Pucci insieme al presidente del municipio V Giammarco Palmieri. «È quella cura delle piccole cose che avevo annunciato a dicembre: cose che sembrano piccole ma sono importanti per la qualità della vita delle persone», ha detto il primo cittadino. «Questa voragine esisteva dal marzo 2013 e ci ha richiesto molto lavoro perchè abbiamo dovuto riempire 800 metri cubi di voragine al di sotto del suolo stradale – ha spiegato Marino -. Abbiamo accelerato in questi due ultimi mesi i lavori e siamo riusciti a spendere meno di quanto era stato preventivato. Un ottimo esempio di quella giunta di capi cantiere che ho l’onore di guidare». In strada anche alcuni residenti che hanno esposto uno striscione con su scrito: «La vostra fiducia, la nostra passione. Via Filarete aperta». Altri hanno portato dei cartelli che recitavano: «Basta ai cantieri della vergogna». Un’anziana signora ha salutato festosa dalla finestra Marino che alla fine dell’inaugurazione è passato a trovarla a casa, fermandosi per uno spuntino casereccio: pranzo «eccellente», ha commentato il sindaco. Un paio di commercianti della zona si sono lamentati della lunghezza dei lavori chiedendo perchè avessero dovuto pagare le tasse nonostante i disagi dei due anni passati. «Quando si è aperta la voragine non ero nemmeno sindaco – ha risposto loro Marino -. Se fossi in voi mi sarei molto arrabbiato con la giunta precedente, quando sono arrivato ho trovato un disavanzo di bilancio di 867 milioni di euro: non solo non avevano fatto i lavori, non solo durante la giunta Alemanno la malavita organizzata si erano infiltrata nel Comune, ma vi avevano rubato i vostri soldi. Se fossi in voi farei causa alla giunta Alemanno».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login