Maratona di Roma, in 80mila sfidano la pioggia per correre nella storia. Strade chiuse e bus deviati | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Maratona di Roma, in 80mila sfidano la pioggia per correre nella storia. Trionfo etiope, Masini: “Corsa dell’inclusione”

Il sindaco Marino «L'anno prossimo, gara si terrà ad aprile, speriamo con una giornata di sole, per dedicarla al Giubileo»

– Dopo due edizioni ‘bagnatè il prossimo anno la Maratona di Roma si terrà in aprile e sarà dedicata al Giubileo. Ad annunciarlo questa mattina è stato il sindaco Ignazio Marino che ha dato il via alla gara competitiva di 42 chilometri e alla ‘stracittadinà di cinque, nel cuore della Capitale. Di corsa per le strade di Roma, decine di migliaia di atleti ed amatori non si sono lasciati fiaccare dalla pioggia ed hanno animato una giornata all’insegna dello sport. La competizione sui 42 chilometri ha visto trionfare gli etiopi ma piazzarsi bene anche gli atleti italiani: ad aggiudicarsi questa edizione è stato Abebe Degefa in 2 ore, 12′ e 23«, davanti al connazionale Birhanu Achame. L’azzurro Jamel Chatbi (2h14’04»), invece, è arrivato terzo. Fra le donne ha vinto l’altra etiope Meseret Towalk in 2 ore, 30’ e 25«, seconda è arrivata la sua connazionale Alem Kifle, terza l’atleta vicentina Deborah Toniolo (2h36’30»). Questa XXI edizione della maratona ha visto circa ottantamila iscritti, oltre 15 mila atleti professionisti, molte strade cittadine interdette e diverse linee bus deviate. La gara ha preso il via dai Fori Imperiali alla presenza, oltre del sindaco, anche dell’assessore capitolino allo Sport Paolo Masini e della presidente di Acea spa Catia Tomasetti. «Ancora una volta Roma è al centro dell’attenzione di tutto il mondo – ha detto Marino – e si prepara a grandissimi eventi come il Giubileo e la corsa per le olimpiadi del 2024. Posso annunciare che l’anno prossimo, insieme al presidente Castrucci, abbiamo deciso che la Maratona si terrà ad aprile, speriamo con una giornata di sole». E a chi gli ha chiesto se nel 2016 sarà dedicata all’Anno Santo, il primo cittadino ha risposto: «Certamente sarà così, ma evidentemente c’è una persona che deve stabilire gli eventi principali del Giubileo: Papa Francesco». E ancora: «Certamente una maratona olimpica si svolgerà in questo scenario, unico al mondo, che ha solo la città di Roma». «Questo è lo sport più democratico che esiste. – ha affermato Tomasetti – Avere quasi centomila persone tra iscritti e partecipanti ad un evento sponsorizzato da noi è il massimo». «Grande soddisfazione è arrivata dalla medaglia di bronzo degli italiani Jamal Chatbi e Deborah Toniolo – ha commentato commento dell’assessore Masini -. Il terzo posto di Chatbi, nato in Marocco e cittadino italiano dal 2012, fa arrivare sul podio anche l’Italia dell’inclusione». Partiti dopo i professionisti, in tantissimi hanno partecipato anche alla stracittadina, la corsa di cinque chilometri aperta a tutti: giovani e meno giovani, uomini, donne e bambini. In un lungo e colorato serpentone hanno animato questa mattina il cuore di Roma. nno integrati nel calendario del Giubileo».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login