Mafie, Zingaretti: "La Dia entrerà nell'osservatorio della Regione Lazio" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Mafie, Zingaretti: “La Dia entrerà nell’osservatorio della Regione Lazio”

– La Giunta regionale ha approvato la modifica della composizione dell’Osservatorio Tecnico Scientifico per la Sicurezza e la Legalità della Regione che consentirà di avere tra i suoi membri anche un rappresentante del Centro Operativo di Roma della Direzione Investigativa Antimafia. Una modifica che ora passerà all’esame del Consiglio regionale. «Poter contare sulla presenza della Direzione Investigativa Antimafia all’interno dell’Osservatorio regionale è per noi motivo di orgoglio perchè parliamo di una struttura di eccellenza investigativa nella lotta alle mafie, sia nel Lazio che nel territorio nazionale -dice il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti -e può certamente offrire un contributo significativo nell’azione che abbiamo intrapreso per affermare la cultura della legalità e la lotta a ogni forma di mafia sul nostro territorio. Un’ulteriore conferma dell’azione di rigore e trasparenza avviata fin dall’inizio della legislatura, e che stiamo portando avanti anche attraverso il ‘Patto per la legalita» con gli imprenditori, che chiude le porte alle aziende colluse con la criminalità, e attraverso il controllo su appalti e spesa pubblica, con l’ausilio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione. Sono certo -conclude Zingaretti- che il Consiglio regionale saprà dare la giusta priorità all’approvazione di una norma che consentirà di avere il contributo straordinario di analisi e proposta della Direzione Investigativa Antimafia«. Il presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio Giampiero Cioffredi ha sottolineato che »con la presentazione del rapporto ‘Le Mafie nel Laziò abbiamo descritto la pervasività delle organizzazioni criminali nella nostra regione e la necessità di accelerare nell’azione di contrasto che non può essere affidata solo alla meritoria e straordinaria opera della Magistratura e delle Forze di Polizia. Non finiremo mai di ringraziare il lavoro del Procuratore di Roma Giuseppe Pignatone e della Direzione Distrettuale Antimafia coordinata dal Procuratore Aggiunto Michele Prestipino che hanno importato nel Lazio un modello di eccellenza investigativa di cui dobbiamo essere tutti fieri. Un modello che vede protagoniste la Dia e tutte e tutte le Forze di Polizia a cui va la nostra sincera gratitudine«.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login