Lazio, insulti all'arbitro: Tare inibito fino al 25 maggio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Lazio, insulti all’arbitro: Tare inibito fino al 25 maggio

Inibizione fino al 25 maggio e multa di 5000 euro: questa la sanzione che il giudice sportivo ha deciso nei confronti del dirigente della Lazio Igli Tare, accusato di avere rivolto ‘espressioni ingiuriosè nei confronti dell’arbitro al termine della partita Lazio-Inter di domenica scorsa. Per Tare il giudice sportivo ha deciso la «inibizione a svolgere ogni attività in seno alla Figc, a ricoprire cariche federali e a rappresentare la società nell’ambito federale» fino a tutto il 25 maggio prossimo, e in più ha condannato l’ex giocatore biancoceleste a pagare un’ammenda di 5mila euro. Per lo stesso motivo (‘espressioni ingiuriose rivolte al direttore di garà) il giudice sportivo ha inibito fino al 18 maggio prossimo anche un altro dirigente laziale Armando Calveri.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login