Casilino, il fiuto del cane Higgis fa scovare una base per lo spaccio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Casilino, il fiuto del cane Higgis fa scovare una base per lo spaccio

Individuato dalla Polizia di Stato al Casilino un appartamento utilizzato come «base» per lo spaccio. È di ieri mattina l’operazione antidroga condotta dagli agenti dei Commissariati Porta Maggiore e Appio-Nuovo che ha portato al sequestro di cocaina, hashish e marijuana. Dapprima è stato effettuato un appostamento nei pressi dell’abitazione segnalata, iniziato sin dalle prime ore dell’alba. Successivamente, quando i poliziotti hanno accertato che il proprietario era assente già dalla notte precedente, hanno deciso di procedere con la perquisizione. La serratura danneggiata e la porta piuttosto malridotta hanno permesso agli agenti di introdursi nell’appartamento con una certa facilità. Immediatamente è stato trovato un piccolo quantitativo di hashish nascosto in un cassetto, ed è stato dunque necessario l’ausilio dell’unità cinofila della Polizia di Stato. Grazie al fiuto del cane Higgis è stato scovato un quantitativo di sostanza stupefacente, in particolare 52 grammi di hashish, 10 grammi di marijuana ed altri 43 grammi di cocaina. Inoltre procedendo con la perquisizione, i poliziotti hanno anche rinvenuto un bilancino, un coltello ed un rotolo di carta trasparente per alimenti, oggetti utili al confezionamento delle dosi. Più tardi, nella stessa mattinata, il titolare dell’appartamento in questione, si è presentato spontaneamente presso gli uffici del Commissariato Porta Maggiore, dove ha dichiarato che tutto quanto sequestrato era di sua proprietà. L’uomo, un 23enne italiano, è stato denunciato in stato di libertà.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login