Bioblitz, cittadini-scienziati segnalano 300 specie di pianti e animali nel Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Bioblitz, cittadini-scienziati segnalano 300 specie di pianti e animali nel Lazio

Cittadini-scienziati alla scoperta della natura del Lazio. Trecento le specie osservate, appartenenti ai più diversi gruppi di animali e piante: licheni, fanerogame (piante superiori), farfalle diurne e notturne, formiche (15 specie, tra le quali una specie aliena sudamericana), ragni, anfibi, rettili, uccelli, mammiferi. Pieno successo di questo ‘bioblitz’ di primavera, organizzato dalla Regione Lazio-Agenzia regionale per i parchi e dalla riserva naturale Nazzano, Tevere Farfa e nell’ambito delle attività di Csmon Life (Citizen science MONitoring), il progetto finanziato dall’Ue con attraverso LIFE+ che ha l’obiettivo di coinvolgere i cittadini italiani nella raccolta di dati scientifici. Il ‘bioblitz’ alla riserva di Nazzano, Tevere-Farfa, ha coinvolto 41 ricercatori esperti, 30 dipendenti dell’Arp e della riserva stessa, famiglie, studenti, insegnanti ed appassionati; dalle 7,00 alle 23,00 di sabato scorso ci si è dedicati a ‘fare scienzà in sette differenti località di censimento. Molto apprezzate le attività notturne, dedicate all’osservazione di pipistrelli con strumenti speciali, farfalle notturne, ricerca di cinghiali nel bosco, osservazione del cielo con telescopi, e lungo il Tevere il censimento di uccelli e testuggini.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login