Incendio Fiumicino, Adr: "Riaperto il molo D del Terminal 3" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Incendio Fiumicino, Adr: “Riaperto il molo D del Terminal 3”. Indagato un dirigenti di Aeroporti

Non è un’inchiesta circoscritta al solo ruolo degli addetti alla manutenzione degli impianti di condizionamento e riscaldamento l’inchiesta della procura di Civitavecchia sul rogo che dieci giorni fa ha devastato un’ampia area del Terminal C dell’aeroporto Leonardo Da Vinci. Tra gli indagati per incendio colposo, oltre a quattro operai, figura anche un dirigente della società Aeroporti di Roma. Si tratta del coordinatore degli impianti tecnici. In settimana sarà interrogato dal pm Valentina Zavatto, titolare del procedimento insieme con il procuratore Gianfranco Amendola. Gli inquirenti, che vogliono far luce sui sistemi di sicurezza dello scalo romano, hanno già accertato che il rogo si è sviluppato da una sala di servizio dove, già dal 27 aprile scorso, si cercava di ovviare al surriscaldamento di un quadro elettrico attraverso l’uso di un condizionatore portatile. A partire dal 3 maggio successivo, l’apparecchio che raffredda non ha più funzionato bene poichè non era collegato all’esterno. Nel quadro dei rilievi sulla sicurezza fatti dagli esperti nominati dagli inquirenti è emerso non solo la mancanza di porte tagliafuoco e di sistemi automatici a pioggia, ma che alcuni locali dell’aeroporto non sarebbero a norma per quanto concerne il rischio incendi. I pm, nel disporre la verifica di tutti gli impianti negli ambienti dello scalo, hanno anche acquisito il Documento generale di valutazione dei rischi per stabilire se siano state adottate tutte le prescrizioni previste e chiesto all’Asl competente per Fiumicino se e che tipo di controlli siano stati eseguiti in materia di sicurezza per passeggeri e dipendenti. Da oggi, intanto, è tornato operativo, come da programma, il Molo D del Terminal 3 all’aeroporto. «La decisione è stata presa dopo una riunione tenutasi presso la sede della Direzione Sistema Aeroporti Lazio dell’Enac – si legge in una nota di Adr – che ha coinvolto tutti gli attori aeroportuali ed un rappresentante della Asl Roma D, che ha dato il via libera alla riapertura dell’area non riscontrando alcun rischio per la salute di lavoratori e passeggeri». Ma sembra proprio non esserci pace per lo scalo romano: oggi è stata rapinata la filiale della Banca Intesa, in via Lunardi, nella zona dell’area tecnica Alitalia. In due, con il volto coperto da maschere di carnevale, sotto la minaccia di taglierini, si sono fatti consegnare dagli addetti l’incasso, poco prima della chiusura dell’istituto. Uno di loro aveva indosso una divisa simile a quella dei piloti. I due si sono poi dileguati a bordo di uno scooter.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login