Mafia capitale, l'ex dg di Ama Fiscon chiede il giudizio abbreviato | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Mafia capitale, l’ex dg di Ama Fiscon chiede il giudizio abbreviato

– L’ex direttore generale dell’Ama, Giovanni Fiscon, imputato nel processo su Mafia Capitale ha chiesto al gup di potere svolgere il processo con il rito abbreviato. La richiesta è stata avanzata nei giorni scorsi dal suo difensore, l’avvocato Salvatore Sciullo, ed è condizionata all’audizione di 26 testimoni. Il rito abbreviato, una volta accolto, consente di potere ottenere lo sconto di un terzo della pena in caso di condanna. Oltre a Fiscon anche altri imputati ‘minorì hanno chiesto il rito alternativo tra cui Raffaele Bracci e Fabio Gaudenzi. Fiscon, accusato di corruzione, nel dicembre scorso era finito in carcere ed è tra i 34 imputati per i quali la Procura ha chiesto ed ottenuto il giudizio immediato. Per tutti, tra cui lo stesso Massimo Carminati e il suo presunto braccio destro Salvatore Buzzi (a cui la Procura ha respinto la richiesta di patteggiamento), il processo è stato fissato al prossimo 5 novembre davanti ai giudici della X sezione penale.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login