Tiburtina, a luglio apre il nuovo centro di accoglienza per migranti | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Tiburtina, a luglio apre il nuovo centro di accoglienza per migranti

– A luglio aprirà alla stazione Tiburtina il centro di accoglienza Ferrotel. Si tratta di una struttura di 1.120 metri quadri per un totale di 50 camere consegnato in comodato d’uso a Roma Capitale, assessorato Politiche Sociali, da Ferrovie dello Stato. A presentare l’accordo l’assessore al Sociale, Francesca Danese, ad di Rfi, Maurizio Gentile, e il responsabile attività sociali Fsi, Fabrizio Torella. «Roma in tre giorni ha visto numeri incredibilmente alti e parliamo delle frontiere chiuse e noi abbiamo immediatamente dato risposte. Non ci siamo accontentati di prire solo la tendopoli ma Roma aveva bisogno di una struttura per persone che arrivano nella città. Si era creata anche molta tensione all’interno della stazione Tiburtina. Noi abbiamo dimostrato che si può fare sicurezza sociale e dignità della persona. Quindi – ha spiegato Danese – abbiamo immediatamente attivato la tendopoli e subito dopo abbiamo fatto una gara di compartecipazione per trovare una soluzione e Ferrotel è la risposta che fuggono da guerre e che stanziano nella stazione Tiburtina. La sicurezza sociale passa per il rispetto e la dignità delle persone». «Noi siamo stati chiamati dal Comune – ha continuato Gentile – durante l’emergenza dei migranti a Roma Tiburtina e abbiamo aderito con entusiasmo alla richiesta di aiuto. Le stazioni sono un punto di aggregazione e di transito quindi il gruppo Fs, prendendo atto di questa situazione, ha coniugato le parole responsabilità sociale con la solidarietà intesa come la realizzazione di un sistema strutturato. Si tratta di un sistema per offrire solidarietà. La messa a disposizione di questo Ferrotel fa parte di un progetto più ampio sulla solidarietà e questa era una struttura alberghiera da qualche anno in disuso che vedrà un intervento di manutenzione di cui si farà carico il Comune. Il contratto di comodato gratuito è già stato sottoscritto con il Comune e resterà fino a quando ce ne saranno le condizioni». «Fs – ha aggiunto Torella – è impegnatissimo su questo tema nell’interesse della cittadinanza. La gestione corretta di uno spazio socialmente utile fa bene anche al quartiere». «Immediatamente cominciamo i lavori – ha assicurato Danese – Venerdì scorso c’è stata la firma e da domani mattina inizieremo i lavori e consegneremo la struttura entro un mese. Parliamo, secondo quanto definito dall’assessore Pucci, ci vorranno circa 150mila euro per la ristrutturazione ma secondo me anche meno. Domani faremo una valutazione più specifica. Siamo in contatto anche con delle realtà che potrebbero fornirci i mobili gratuitamente. Con la chiusura delle frontiere Roma ha visto numeri incredibilmente alti di migranti, non ci siamo accontentati solo della tendopoli, abbiamo dato risposta anche con questa struttura».

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login