Gioielliere ucciso, oggi l'autopsia della vittima. Il killer aveva un coltello | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Gioielliere ucciso, oggi l’autopsia della vittima. Il killer aveva un coltello

Sarebbe stato armato di un coltello l’uomo che ha ucciso il gioielliere romano Giancarlo Nocchia durante una rapina nel suo negozio del centralissimo quartiere Prati. A quanto ricostruito finora, l’orafo è stato però colpito alla testa, durante una colluttazione, con oggetto che non è stato ancora ritrovato. Sulla vicenda proseguono le indagini dei carabinieri del Reparto operativo del Comando provinciale di Roma. Gli investigatori hanno svolto sopralluoghi nel laboratorio dell’ orafo di via dei Gracchi per isolare eventuali impronte digitali e tracce biologiche, stanno vagliando immagini registrate dalla telecamere di zona e ascoltando familiari, amici e testimoni. Il rapinatore è stato ripreso in faccia dalle telecamere interne ma al momento non ci sarebbe un identikit in quanto era camuffato da una parrucca scura, non vistosa, e occhiali. L’autopsia sul corpo della vittima, fissata per oggi, chiarirà con esattezza le cause del decesso. Quando è stato trovato il gioielliere aveva una ferita alla testa e una grossa lesione al volto.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login