Trasporti, ancora un venerdì nero per i romani: dopo lo sciopero un incendio blocca la linea B | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Trasporti, ancora un venerdì nero per i romani: dopo lo sciopero un incendio. Riaperta la linea B

La protesta è durata 4 ore, alle 15 la riapertura della metro A. Ma un rogo ha mandato in tilt il sistema e gli utenti hanno occupato un treno, mentre il Campidoglio assicura un piano anche per la prossima settimana. E Atac discute della ricapitalizzazione da 180milioni

– Protesta dei passeggeri della metro B che hanno «occupato» per quasi un’ora un treno della metropolitana, rifiutandosi di scendere. È successo questo pomeriggio alla stazione Tiburtina. Il treno si è fermato perchè la linea della metropolitana è stata interrotta a causa di un incendio scoppiato di sterpaglie vicino la fermata Ponte Mammolo. I viaggiatori però, secondo quanto si è appreso, si sono rifiutati di abbandonare i vagoni.- Il treno si è fermato alla stazione Tiburtina alle 15.30 ed è ripartito vuoto solo alle 16.20. Ovviamente il rifiuto dei passeggeri di scendere dai vagoni ha rallentato le operazioni di ripresa del servizio sulla metro. Non è la prima volta che i passeggeri, esasperati da settimane e settimane di caos trasporti nella Capitale, si lasciano andare a queste forme di protesta: era accaduto a luglio sulla linea metro A e sulla ferrovia Roma-Lido. L’incendio di sterpaglie lungo la via Tiburtina è stato intanto spento dai vigili del fuoco intorno alle 16:30.- La metro B tra Bologna e Rebibbia è stata riattivata. La tratta era stata chiusa a causa di un incendio di sterpaglie scoppiato nel pomeriggio su via Tiburtina e spento intorno alle 16:30. Sulla linea si registrano ancora ritardi dovuti allo stop.

Attese sotto il sole. Aspettando un bus che difficilmente passerà. È un ‘venerdì nerò per romani e turisti che oggi stanno facendo i conti con l’ennesimo sciopero del trasporto pubblico nella Capitale, questa volta indetto dall’Usb. E in tanti si sfogano sui social network. Autobus letteralmente presi d’assalto e code lunghissime per essere i ‘fortunatì a prendere un passaggio nelle vetture in circolazione. Disagi si sono registrati soprattutto alle banchine della stazione Termini. «È da venti minuti che sotto il sole si aspetta un autobus. E dico uno! Perchè sulla Nomentana ci sono almeno dieci linee! Vergogna» cinguetta un passeggero su Twitter. «Sciopero Atac senza senso. Metà dei bus in circolazione. Colpiti solo utenti, dirigenti tutti al mare» commenta un altro. A fargli eco un altro utente: «Lo sciopero è certamente un diritto ma i romani non ne possono più! Atac ormai fa praticamente uno sciopero al mese!». In tanti poi si lamentano della chiusura della metro A. «Come mai questa volta la metro A riapre 2 ore e mezza dopo lo sciopero? Non era mai successo prima» si chiedono i viaggiatori su Twitter. E non manca chi vuole fare ironia: «Lo sciopero termina 12:30 ma Metro A tornerà a funzionare »entro« le 15. Pausa pranzo e pennica».

– Disagi lungo la linea B della metropolitana di Roma. Atac annuncia di aver interrotto la tratta da Tiburtina a Rebibbia (circa metà dell’intera linea) a causa di un incendio di sterpaglie scoppiato su via Tiburtina, all’angolo con via Palmiro Togliatti. Anche gli autobus nella zona stanno registrando ritardi e deviazioni. Al momento i vigili del fuoco hanno deciso di chiudere la stazione metro di Ponte Mammolo, a causa del fumo sprigionatosi dal rogo e finito all’interno della stazione stessa. Anche la prossima settimana, dal 10 al 14 agosto, sarà operativo il Piano Antincendi Boschivi promosso dall’Assessorato all’Ambiente e Rifiuti, dall’Assessorato ai Lavori Pubblici e dalla Protezione Civile di Roma Capitale. In particolare, la prossima settimana, gli operatori del SIMU – Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana – continueranno i lavori su via Cristoforo Colombo, che comprendono anche la via del Mare e Via Ostiense. Iniziati lunedì 27 luglio prevedono un impegno di circa due settimane e la loro conclusione è prevista tra il 12 e 13 agosto. Sempre il SIMU continuerà i lavori sulla Ciclabile Magliana/Tor di Valle, con Trinciatrice e una squadra con decespugliatori. I lavori, in questo caso, proseguiranno per coprire i circa 16 km totali. Giornalmente si lavora su circa 2 km di pista. Sulla ciclabile Castel Giubileo/ponte Milvio, invece, continuano i lavori di sistemazione recinzione. Il Servizio Giardini durante la prossima settimana si occuperà dello sfalcio del Parco dell’Aniene e dei Parchi di Spinaceto e Mostacciano. Lo rendono noto l’Assessorato all’Ambiente e Rifiuti e l’Assessorato ai Lavori Pubblici di Roma Capitale.

«Nel corso dell’Assemblea Straordinaria dei Soci, tenutasi in data odierna sotto la presidenza dell’ing. Roberto Grappelli, è stata definitivamente formalizzata la ricapitalizzazione di ATAC da parte di Roma capitale, come già deliberato con atto dell’Assemblea Capitolina n. 44 del 31 luglio/1 agosto 2015 e come già previsto nel Piano Industriale 2015-2019 e, da ultimo, resa necessaria dalla situazione ex art. 2447 evidenziata nella realzione patrimoniale al 30/6/2015 approvata dal CdA dell’Azienda lo scorso 28 luglio. Il percorso di ricapitalizzazione prevede un importo di 180 milioni di euro, di cui 40 di liquidità e fino a 140 in beni strumentali. Con questo passaggio, che segue l’approvazione avvenuta ieri in giunta del nuovo contratto di servizio 2015-2019, sono superate le criticità che avevano fermato l’approvazione del bilancio in continuità, mettendo definitivamente in sicurezza l’azienda. L’impegno ora prosegue nell’efficientamento delle performance gestionali e nel miglioramento del servizio, da rendersi operativi anche attraverso l’attuazione di un necessario piano di investimenti che vede un primo passo nell’approvvigionamento dei nuovi 700 bus e il suo sviluppo attraverso l’implementazione del piano industriale». Lo comunica, in una nota, Atac.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login