Esquilino, medico picchiato e rapinato nella sua abitazione: un arresto | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Esquilino, medico picchiato e rapinato nella sua abitazione: un arresto

– Arrestato dalla polizia un presunto responsabile dell’aggressione a scopo di rapina ad Alberto Paris, il medico e professore universitario picchiato brutalmente lo scorso febbraio nella sua abitazione nel quartiere Esquilino a Roma. Gli agenti della Sezione omicidi della Squadra Mobile e del commissariato Esquilino hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip per tentato omicidio e rapina nei confronti di Z.V., 21 anni, con precedenti di polizia per armi, rapina e stupefacenti. L’episodio risale al 10 febbraio quando Paris fu trovato esanime all’interno della propria abitazione, vittima di un’aggressione a scopo di rapina. Dall’appartamento erano stati portati via i cellulari, un tablet e contanti. L’attenzione degli investigatori si è concentrata nella sfera dei conoscenti del professore perchè i responsabili erano entrati in casa con il suo consenso, come desunto dall’analisi della scena del crimine. Dagli accertamenti sugli ultimi contatti telefonici del medico, rimasto privo di conoscenza per alcuni mesi, si è risaliti a un rumeno abituale frequentatore delle zone a ridosso della Stazione Termini e ad alcuni connazionali che quel giorno hanno abbandonato la capitale diretti al nord Italia dopo aver venduto i cellulari della vittima nei pressi della stazione Tiburtina ad un altro rumeno. Così è stato accertato che Paris era sicuramente entrato in contatto con il 21/enne, nei cui confronti sono stati acquisiti gravi elementi di colpevolezza. L’uomo, un senza fissa dimora, è stato rintracciato dagli investigatori all’interno di un edificio abbandonato in zona Cinecittà.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login