Sbardella: "Sulla sanità nessun confronto con il Consiglio da Zingaretti" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Sbardella: “Sulla sanità nessun confronto con il Consiglio da Zingaretti”

È sconfortante leggere sui giornali che la stagione di Zingaretti riparte a chiacchiere, come se avessimo scordato la sua fuga d’agosto. Forse per esorcizzare le paure per le notizie di stampa che l’avevano indotto a sconvocare d’imperio il Consiglio regionale, si ributta a capofitto nel suo ruolo di annunciatore di belle notizie, anche se si tratta di minestrine riscaldate o scorrettezze istituzionali da approfondire». Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Pietro Sbardella. «Oggi leggiamo sui giornali che avrebbe ridotto le Asl di Roma, cosa che peraltro spetta al Consiglio regionale, dove giacciono dall’inizio della legislatura proposte di accorpamento dimenticate per l’inerzia della maggioranza. Spero che su questo punto Zingaretti non voglia obbligare i consiglieri regionali a ricorrere al Tar per salvaguardare le proprie prerogative, che troppe volte lo stesso Zingaretti ha dimostrato di disprezzare. Sulla stampa – continua Sbardella – si legge poi che verrà costituita una centrale unica degli acquisti, come se non fosse già in funzione, e non ne avessimo letto sempre sulla stampa anche troppo, compreso il modo di produrre i risparmi. Come nel caso del Cup dove per risparmiare abbiamo scoperto che si è deliberatamente omesso il problema della ricollocazione degli occupati e la loro tutela. Zingaretti ricomincia dunque da dove aveva lasciato prima della fuga: riprende a ballare da solo, ed in sanità non si confronta con l’assemblea regionale, al massimo lascia spazio allo staff della Segreteria Generale con un grillo parlante che trova sempre più spazio sui giornali. Con questo atteggiamento – conclude – conferma solo che la stagione del rispetto istituzionale non la vuole proprio inaugurare. Prima o poi dovrà tornare in Consiglio, lo aspettiamo».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login