Concorso medicina ed odontoiatria 2015/2016. Al via le prove di accesso. Con il rischio ricorsi | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Concorso medicina ed odontoiatria 2015/2016. Al via le prove di accesso. Con il rischio ricorsi

Sono iniziate le prove di selezione per gli aspiranti medici e dentisti, ma anche quest’anno rischiano di esserci moltissimi ricorsi alla magistratura. L’8 settembre scorso, infatti, si sono svolte le prove di accesso per le facoltà a numero chiuso, per i corsi di laurea in medicina e chirurgia ed odontoiatria e protesi dentaria.
I posti disponibili quest’anno sono 9.530, inferiori rispetto al contingente bandito l’anno scorso; mentre i candidati iscritti alla selezione sono ben 60.639.
Anche per le prove di quest’anno gli aspiranti medici si sono dovuti cimentare con i quesiti a risposta multipla, che presentano 5 opzioni di risposta.
La ripartizione del numero di domande per ciascun argomento è stata modificata dal ministero dell’Università (Miur) in favore del numero dei quesiti delle materie ‘disciplinari’ con una riduzione delle domande di cultura generale (solo 2), mentre sono previsti 20 quesiti di ragionamento logico, 18 di biologia, 12 di chimica e 8 di matematica e fisica.
I criteri stabiliti dal Miur per la correzione delle domande del quiz sono i seguenti: 1,5 punti per ogni risposta esatta; meno 0,4 punti per ogni risposta sbagliata; 0 punti per ogni risposta non data.
Il punteggio minimo per entrare a Medicina è stato indicato dal Miur nel bando nella limite di 20 punti. Al di sotto di tale soglia non si verrà inseriti in graduatoria. In ogni caso, però, poi ogni università ha il proprio punteggio minimo per entrare in graduatoria, con la conseguenza che verranno ammessi i candidati con i migliori punteggi a copertura del contingente di posti disponibili, per ciascun ateneo e secondo le preferenze di sede espresse.
Il 22 settembre il Cineca, per conto del Miur, pubblicherà il punteggio ottenuto dai candidati; mentre il 2 ottobre, sul portale Universitaly, i candidati potranno prendere visione del proprio elaborato, del proprio punteggio e del proprio modulo anagrafica. Infine il 7 ottobre verrà pubblicata, nell’area del sito riservato agli studenti, la graduatoria nazionale di merito nominativa.
Il tutto, mentre si sta consolidando l’orientamento favorevole del T.A.R. del Lazio in relazione ai ricorsi per il mancato accesso ai corsi di laurea in medicina e odontoiatria, anno accademico 2014/2015, riguardo la questione della violazione dell’anonimato.
“Anche quest’anno – spiega l’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti, esperto di diritto amministrativo e di impugnative di concorsi pubblici – sono presenti diversi profili di criticità per il test di accesso ai corsi di laurea in medicina ed odontoiatria. Soprattutto per quel che riguarda la determinazione del numero di posti, che risultano di gran lunga inferiori rispetto a quelli banditi l’anno passato (circa il 10% in meno). Mentre con riferimento alle modalità di svolgimento della selezione sussistono non poche perplessità. Non a caso, i concorsi degli anni precedenti sono stati caratterizzati da moltissimi ricorsi al T.A.R. con esito favorevole e conseguente ammissione in sovrannumero dei candidati ricorrenti. Il rischio di ricorsi è presente anche per il test 2015 e, verosimilmente, fino a quando non verrà modificato l’attuale sistema di accesso alle facoltà a numero chiuso.”specializzandi3

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login