Atac, maggioranza: "Personale in esubero come controllori, sul bus dalla porta anteriore" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Atac, maggioranza: “Personale in esubero come controllori, sul bus dalla porta anteriore”

Più di mille tra dirigenti e amministrativi di Atac al lavoro non più nei loro uffici ma sui bus in giro per Roma a fare i controllori. Questa la proposta su Atac avanzata dalla maggioranza in Campidoglio. «Noi chiediamo – dice il coordinatore della maggioranza Fabrizio Panecaldo – alla luce di un accordo nazionale sul tema di evasione tariffaria, che tutti gli amministrativi di Atac, quindi il personale non viaggiante, vadano al servizio di controlleria e biglietteria. Almeno un giorno a settimana. Questo ovviamente non per sempre ma temporaneamente. In questo modo invertiremo la piramide di Parentopoli». «Noi pensiamo che prima del Giubileo questa cosa debba essere fatta. E questo lo dico all’assessore Esposito» , precisa Panecaldo. «L’altra richiesta che noi facciamo ad Atac e all’assessore Esposito per combattere l’evasione tariffaria è che in tutte le grandi stazioni, come Termini, Tiburtina, Anagnina, si debba accedere solo dalla porta anteriore e che tutti i bus siano controllati». Così il coordinatore della maggioranza in Campidoglio Fabrizio Panecaldo durante una conferenza su Atac. «Dal 1 ottobre altri 200 tra quadri e dirigenti saranno sparpagliati sul territorio con funzione di polizia amministrativa, e non per un solo giorno ma per due o tre a settimana». Lo ha annunciato il direttore generale dell’Atac Francesco Micheli durante la commissione capitolina Trasporti dove si sta affrontando il caso degli esuberi in Atac.«Abbiamo presentato un ricorso alla magistratura. Io non sono riuscito a riscontrare particolari anomalie dal punto di vista della verifica. Adesso lo dirà il giudice se la procedura di esuberi è regolare. E le sue conclusioni, qualsiasi saranno, l’azienda le attuerà. Ma credo che sulla procedura non ci sia molto da eccepire». Così il direttore generale dell’Atac Francesco Micheli durante la commissione capitolina Trasporti dove si sta affrontando il caso degli esuberi in Atac. Nei giorni scorsi Sinistra Ecologia e Libertà aveva definito il piano esuberi di Atac «ridicolo è assolutamente insoddisfacente», denunciando «l’esclusione dalla black list degli assunti di Parentopoli».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login