Il Campidoglio rientra in possesso di campo Testaccio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Il Campidoglio rientra in possesso di campo Testaccio: ok dal Consiglio di Stato

Il Campidoglio rientra in possesso di Campo Testaccio grazie ad una sentenza del Consiglio di Stato. A darne notizia il consigliere comunale del Gruppo Misto Alessandro Cochi. «Apprendo con soddisfazione – dice l’ex delegato allo Sport nella giunta Alemanno -, dopo anni di impegno sia da delegato che da consigliere di opposizione, che dopo la vittoria del Comune di Roma al Tar durante la scorsa amministrazione, il Consiglio di Stato ha ribadito definitivamente le ragioni del Campidoglio. Quindi decade il concessionario del pup. Il Comune rientra in possesso dell’area». «Questo lo considero un punto di partenza – aggiunge -, da adesso in poi il Comune potrà richiamare l’attuale concessionario sportivo o fare una possibile proposta alla As Roma o a tutti i soggetti sportivi in virtù delle normative vigenti. Chiedo quindi all’amministrazione di coprire quanto prima il cantiere a cielo aperto che è lì da anni, restituendo uno spazio sportivo nel cuore della città dall’importante valore storico. Mi auguro che ora l’assessore Marinelli se ne occupi insieme allo stadio Flaminio, inserendo tali questioni tra le sue priorità».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login