Roma antica senza barriere, sabato visita ai Fori | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Roma antica senza barriere, sabato visita ai Fori

– «Un ascensore, collocato all’altezza della Colonna di Traiano, 550 metri di percorso attrezzato e la volontà di abbattere barriere. Sabato prossimo, 26 settembre, alle ore 10, proprio dalla Colonna di Traiano partirà il primo gruppo di visitatori dei Fori Imperiali, per i quali l’antica Roma era rimasta finora preclusa dalle barriere architettoniche». Lo comunica, in una nota, l’Assessorato di Roma Capitale alla Cultura. «L’area attrezzata – aggiunge – permetterà di visitare il Foro di Traiano, il Foro di Cesare e in parte il Foro di Nerva. Si entrerà dal Foro di Traiano, all’altezza della grandiosa Colonna istoriata che racconta le vittoriose imprese contro i Daci dell’imperatore Traiano e, attraverso un passaggio sottostante Via dei Fori Imperiali, ricavato nelle cantine dello storico quartiere alessandrino, si raggiungerà il Foro di Cesare. Da qui potranno essere ammirati i resti monumentali del Foro di Nerva. Una ‘full immersion’ in un secolo e mezzo di storia, a partire dal 46 a.C., con il Foro di Cesare, primo tra i Fori Imperiali, che finirà per costituire il modello di riferimento per i successivi Fori della Città Eterna e delle altre città nelle province dell’Impero, al II sec. d.C., con il Foro di Traiano, ultimo e più grandioso tra gli altri complessi monumentali forensi». «Siamo a lavoro da tempo per rendere sempre più accessibili i nostri luoghi – dichiara l’assessore alla Cultura e allo Sport, Giovanna Marinelli – Questa iniziativa di sabato è stata resa possibile grazie all’impegno già profuso dalla nostra Amministrazione nella realizzazione degli spettacoli di Piero Angela e Paco Lanciano nei Fori, per i quali sono state realizzate delle strutture appositamente predisposte per l’accesso a tutti. Sabato sarà sicuramente un’esperienza unica e mi auguro che questi eventi siano sempre più frequenti. La storia di questa città e la grande bellezza che ci circonda sono patrimonio universale che non deve conoscere barriere». «Non è la prima volta che raccontiamo ad adulti e bambini diversamente abili la storia dell’antica Roma, ma è la prima volta che possono finalmente entrare fisicamente nella storia. Valorizzazione e fruibilità: queste le parole chiave a cui si ispirano tutte le proposte dei funzionari della Sovrintendenza Capitolina – dichiara il Sovrintendente Capitolino Claudio Parisi Presicce – in particolare per questa iniziativa si coniugano due importanti progetti: l’ideazione e la realizzazione di una passerella all’interno dei Fori Imperiali e il Programma Garanzia Giovani». «La visita sarà guidata dal team di giovani volontari del ‘Servizio Civile – Programma Garanzia Giovanì che negli incontri degli ultimi mesi presso l’ospedale della Fondazione Santa Lucia hanno introdotto i pazienti alla vita e ai costumi degli antichi romani con l’ausilio di materiali multimediali. La visita ai Fori lungo il nuovo percorso anti-barriere si inserisce infatti nel progetto ‘Degenza e conoscenza: la storia di Roma entra negli ospedalì, che grazie alla Sovrintendenza Capitolina continuerà nei prossimi mesi con incontri in diversi ospedali della Capitale e visite a Musei e siti archeologici». «Gli incontri in ospedale sono stati momenti per sentirsi meno ‘pazientè – racconta Antonino Salvia, Direttore Sanitario della Fondazione – È stato molto bello vedere i commenti e perfino gli scambi di battute, che nascevano nel corso delle presentazioni, su fatti successi duemila anni fa. E anche la visita ai Fori Imperiali di sabato prossimo, dedicata solo a loro, è un gesto concreto di affermazione della centralità del paziente».

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login