Roma, Garcia sotto pressione: adesso la vittoria è una necessità | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Roma, Garcia sotto pressione: adesso la vittoria è una necessità

– «Così non va, sabato i tre punti ci servono come il pane». Dopo il ko con la Sampdoria, Rudi Garcia sprona la Roma e indica la strada per tornare nella scia dell’Inter capolista, lontana già sette lunghezze. Il francese – che deve convivere con la pressione sempre maggiore di un ambiente che lo addita come principale responsabile del deludente avvio di stagione, e che già comincia a fare i nomi di eventuali sostituti (Ancelotti il sogno, Montella la suggestione) – sa bene d’altronde che all’Olimpico col Carpi l’unico risultato utile è rappresentato dalla vittoria. Un altro pareggio dopo quelli con Verona e Sassuolo, o peggio ancora una sconfitta come a Marassi, aprirebbe la crisi interna proprio a ridosso dello sbarco nella Capitale del presidente Pallotta, pronto a verificare di persona anche le novità sul progetto dello stadio a Tor di Valle. Ancora nessuna novità in vista invece per quanto riguarda la posizione del tecnico, con Garcia che alla ripresa degli allenamenti ha portato la squadra in sala video per analizzare subito la prestazione con la Samp. Garcia ha invitato il gruppo a non perdere fiducia «perchè giocando così le vittorie arriveranno», ma è indubbio che tra le cose che non hanno funzionato coi blucerchiati spicca l’incapacità della Roma di sfruttare i 56 palloni giocati in area: i 39 cross su azione e i 18 calci d’angolo non hanno prodotto praticamente alcun pericolo per la porta difesa da Viviano. Le altre difficoltà evidenziate sono poi quelle legate all’inserimento nel gioco offensivo di un centravanti del calibro di Dzeko, e una difesa non più impermeabile come in passato che sconta però l’infortunio di Szczesny e il lento recupero di Castan (che sabato potrebbe tornare in campo). Il primo bilancio stagionale, comunque, sarà fatto in occasione della prossima sosta di campionato: dopo la gara interna col Carpi, l’impegno di Champions League in Bielorussia sul campo del Bate Borisov, e la trasferta di Palermo, le quotazioni di Garcia a Trigoria saranno più chiare. Tre partite in cui il tecnico continuerà ad attuare quelle rotazioni che molto hanno fatto discutere critica e tifosi. Già sabato, infatti, il turnover dovrebbe riguardare Nainggolan, che potrebbe finire in panchina per lasciare spazio al francese Vainqueur, cognome che tradotto significa letteralmente ‘vincitorè. E per non perdere ancora consensi Garcia dovrà tornare ad esserlo.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login