Roma, Garcia perde Totti e Dzeko per un mese: è allarme attacco | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Roma, Garcia perde Totti e Dzeko per un mese: è allarme attacco

La Roma perde i pezzi, Rudi Garcia dovrà fare a meno dei suoi due centravanti. Costa caro ai giallorossi il successo interno sul Carpi. La tanto temuta «vittoria di Pirro» citata dal tecnico francese dopo il 5-1 dell’Olimpico si è puntualmente materializzata con l’esito degli accertamenti medici cui sono stati sottoposti i tre infortunati: Totti, Dzeko e Keita. Il capitano giallorosso, costretto a chiedere il cambio dopo appena 6′ minuti dal suo ingresso in campo, ha riportato «un essudato perilesionale nella sede della pregressa lesione muscolare della regione ischiocrurale della coscia destra». La prognosi, spiega lo staff sanitario della Roma, verrà definita tra dieci giorni dopo ulteriori controlli strumentali, ma per Totti lo stop sarà di almeno un mese. «Come sto di umore? Così così, il compleanno poteva andare meglio, ma questi problemi fanno parte del calcio» ammette il n.10 al termine degli esami svolti a Villa Stuart nel giorno in cui compie 39 anni. «Tempistiche di recupero? Tre, quattro mesi…» scherza, prima di aggiungere: «Spero di tornare prima a giocare. Alla partita di Champions League di martedì non ci penso sinceramente, penso a curarmi e basta». E a saltare l’impegno europeo col Bate Borisov sarà anche Edin Dzeko: l’attaccante bosniaco ha infatti riportato una lesione di primo grado del fascio profondo del legamento collaterale mediale del ginocchio destro e dovrà stare fermo per 3-4 settimane. Una brutta tegola per Garcia che, in assenza di convalescenze più rapide del previsto, potrebbe dover fare a meno di entrambi i centravanti fino al termine di ottobre (nel caso salterebbero le 5 partite con Bate, Palermo, Empoli, Bayer Leverkusen e Fiorentina). Incerti anche i tempi di recupero di Seydou Keita, preziosa pedina in mezzo al campo con l’arretramento in difesa di De Rossi. Il maliano ha riportato una lesione della giunzione miotendinea del muscolo semimembranoso della coscia destra e, come per Totti, sarà visitato nuovamente tra 10 giorni. Solo allora verrà definita con esattezza la prognosi dell’infortunio. Di certo, non ci sarà in Bielorussia, dove invece tornerà Florenzi, tornano ad allenarsi in gruppo a Trigoria dopo il riposo precauzionale col Carpi. Alle prese col lavoro personalizzato Iago Falque, anche lui assente nel 5-1 sul Carpi, e in dubbio per la trasferta di Champions. Se non dovesse recuperare, Garcia si troverebbe obbligato a schierare un tridente composto da Salah, Iturbe e Gervinho, senza valide alternative in panchina visto che il giovane attaccante Ponce (così come Lobont, Gyomber ed Emerson) non è stato inserito nella lista Uefa.

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login