Trinità dei Monti, al via il restauro: fine lavori nel 2016 | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Trinità dei Monti, al via il restauro: fine lavori nel 2016

– Parte il restauro della Scalinata Trinità dei Monti. Un altro dei gioielli della Capitale che si rifà il look grazie al finanziamento di mecenati. Ad inaugurare l’allestimento del cantiere stamane il sindaco Ignazio Marino insieme a Jean Christophe Babin, amministratore delegato di Bulgari, la maison che ha finanziato l’intervento donando 1,5 milioni a Roma Capitale. «Prima della fine del Giubileo la scalinata sarà restituita a tutto il mondo nella sua bellezza e nel suo splendore», ha detto Marino. La fine degli interventi è previsto entro la primavera del 2016 e durante il Giubileo il cantiere sarà «open»: si potrà comunque ammirare la scalinata passando da una rampa laterale. Da oggi, intanto, la celebre scalinata di piazza di Spagna è stata chiusa per il restauro. Per la durata dei lavori il collegamento tra piazza Trinità dei Monti e piazza di Spagna sarà garantito dalle rampe di San Sebastiano e Mignanelli. Poi, dal 7 dicembre, in concomitanza con l’inizio del Giubileo, nelle ore diurne verrà resa accessibile una delle rampe laterali all’interno del cantiere, per consentire ai milioni di turisti e pellegrini di poter transitare sulla sulla storica scalinata e assistere alle operazioni. Questo è «il progetto con cui Bulgari ha voluto rendere omaggio alla sua città in occasione del 130mo anniversario celebrato nel 2014 – ha affermato Babin -. Roma è sempre stata per Bulgari la fonte di ispirazione creativa numero uno, quindi è giusto rendere a Roma ciò che Roma ha dato a Bulgari. È un tributo». «Grazie a Babin che ha sposato il nostro percorso di attrazione di mecenati e filantropi che amano Roma e che vogliono legare le loro attività a luoghi simbolici come questo – gli ha fatto eco il sindaco -. È il primo restauro completo dagli anni ’90 ed è un restauro innovativo anche nelle modalità in cui verrà svolto». All’inaugurazione del cantiere anche l’assessore alla cultura di Roma Giovanna Marinelli e il sovrintendente capitolino Claudio Parisi Presicce che ha sottolineato come il restauro venga effettuato «non solo per ragioni conservative ma anche di sicurezza: le scalinate hanno bisogno di questo tipo di interventi, non solo di pulizia ma di ricomposizione della tessitura». L’intervento arriva a venti anni esatti dal precedente, i lavori sono stati affidati a «Il Cenacolo srl». Le operazioni previste sono finalizzate non solo alla pulitura, consolidamento e protezione di tutte le superfici lapidee ma anche a garantire la sicurezza di chi la percorre con il recupero funzionale delle gradinate. Ed è conto alla rovescia anche il 3 novembre quando è prevista la presentazione della Fontana di Trevi restaurata grazie a Fendi: i lavori sono partiti nel giugno del 2014.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login