Metro A, treno esce dai binari e urta muretto: linea sospesa tra Anagnina ed Arco di Travertino. Attivate due commissioni di indagine | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Metro A, treno esce dai binari e urta muretto: evacuati i passeggeri. Riaperta la linea, attivate 2 commissioni di indagine

"Proseguono i lavori della squadra Atac, che ha già riattivato un tratto. Rimane ancora interrotto e sostituito da bus il tratto Cinecittà-Anagnina", scrive l'azienda

«Dopo le verifiche di rito previste per la sicurezza dell’esercizio, è stata riattivata sull’intera linea la circolazione della metro A, parzialmente interrotta a causa di un inconveniente tecnico a un treno in manovra. Atac ha già attivato due commissioni di indagine per accertare le circostanze dell’accaduto». Lo si legge in una nota di Atac. «Secondo una prima ricostruzione, un treno in manutenzione in manovra sul piazzale del deposito di Osteria del Curato, per ragioni ancora da accertare, si è immesso sul tronchino di manovra e ha raggiunto il binario morto in galleria, dove si è fermato dopo l’impatto con i respingenti – spiega al nota – Nessuna conseguenza per il personale Atac che stava manovrando il treno. Atac – conclude la nota – si scusa per i disagi provocati e conferma che le commissioni sono già al lavoro per definire modi e termini delle dinamiche dell’incidente».- Due convogli evacuati e i passeggeri costretti a percorrere 200 metri in galleria. È accaduto stamani dopo l’incidente alla metro A a Roma. Passeggeri hanno postato video sul web mentre percorrono la galleria buia verso la fermata Anagnina. «Attenti, il marciapiede è stretto e forse non dovevano farci scendere»,dice un passeggero. – Nel video ripreso da un utente col telefonino si vede la galleria buia. Poi alla fine del tunnel una voce chiede ai passeggeri: «State uscendo? Andate dritti». E un passeggero dice: «Sì, il conducente ci ha detto di scendere. Ma se poi arriva contromano?», forse riferendosi a un convoglio. Gli utenti percorrono al buio, sotto la galleria, il marciapiede laterale per arrivare alla banchina. Dopo essere arrivati si dicono contenti «per avercela fatta».

La linea A della metropolitana di Roma è bloccata dalla stazione di Anagnina fino a quella di Arco di Travertino. Dalle prime informazioni, un treno che stava entrando in stazione avrebbe abbattuto il tronchino probabilmente per un guasto ai freni. A darne notizia è l’assessore ai trasporti di Roma Capitale Stefano Esposito. «Avevo già detto che ci voleva fortuna e una preghiera ogni mattina – afferma sconsolato – stamattina sinceramente mi viene da piangere». Sono intervenute le squadre Atac per verificare l’entità del guasto e cercare di ripristinare la linea. Il fermo di parte della Linea A della metropolitana di Roma sarebbe avvenuto a causa di un treno che, uscito dal deposito nei pressi della stazione Anagnina, per entrare in servizio è deragliato leggermente e ha urtato un muretto. A bordo solo il macchinista e un operaio che sarebbero illesi. Dopo l’incidente è stata interrotta la metro A tra Arco di Travertino e Anagnina in entrambe direzione. Sul posto vigili del fuoco.- Atac – riferisce una nota dell’azienda – «ha attivato due commissioni interne di indagine per accertare le cause dell’inconveniente tecnico a un treno che ha provocato l’interruzione della linea nel tratto Arco di Travertino-Anagnina di stamane. La prima commissione, costituita ai sensi del decreto ministeriale 753 avrà poteri ispettivi e dovrà accertare le circostanze dell’interruzione. La seconda, istituita in autonomia dall’azienda, sarà una commissione di accertamento ed avrà l’obiettivo di verificare che l’operato e organizzazione adottati siano coerenti con procedure e norme vigenti».- «Proseguono i lavori della squadra Atac, che ha già riattivato il tratto fra Battistini e Anagnina. Rimane ancora interrotto e sostituito da bus il tratto Cinecittà-Anagnina». Lo rende noto Atac.

– «La misura è oramai colma e crediamo non sia più possibile rimandare una indagine approfondita da parte della magistratura su cosa si nasconda alla base dei continui disservizi della metropolitana romana. Presenteremo oggi stesso un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, stavolta non per interruzione di servizio, ma per un reato ancora più grave: quello di truffa aggravata». Lo afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi, commentando l’interruzione odierna del servizio sulla linea A. «Vogliamo capire se la vendita di biglietti e abbonamenti Atac a fronte di un servizio che, come dimostrano i tanti disagi degli ultimi mesi, viene fornito non sempre in modo puntuale e costante, con un livello qualitativo oggettivamente scadente e con carenze strutturali che appaiono evidenti, possa configurare fattispecie penalmente rilevanti a danno della collettività – si chiede – Intanto il Codacons ha pubblicato sul web i ‘video della disperazionè dei passeggeri, registrati questa mattina all’interno e fuori della stazione Anagnina della metro A, che dimostrano la rabbia dei cittadini e il caos scoppiato alla fermata».

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login