Civitavecchia, Zingaretti apre il nuovo poliambulatorio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Civitavecchia, Zingaretti apre il nuovo poliambulatorio

– Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha inaugurato questa mattina il poliambulatorio specialistico dell’ospedale San Paolo di Civitavecchia. Con lui il dg della Asl Roma F Giuseppe Quintavalle, il responsabile della cabina di regia sanitaria Alessio D’Amato e il sindaco della città, Antonio Cozzolino. L’opera fa parte del progetto complessivo di ristrutturazione e ampliamento del San Paolo, finanziato dalla Regione Lazio con un importo complessivo di 8,3 milioni. Fondi con i quali sono stati potenziati e adeguati i sistemi elettrici, idrici e fognari, gli impianti termici e di condizionamento, il completamento della viabilità interna, e la realizzazione completa del nuovo Servizio Immuno Trasfusionale nell’area ex Rianimazione. Quello di oggi, nei locali dell’ex pronto soccorso, è il poliambulatorio specialistico, dove i pazienti potranno trovare numerose prestazioni, dalla ginecologia alle problematiche legate all’obesità, dalla dermatologia alla chirurgia ambulatoriale. Gli arredi sono stati donati dalla Fondazione Cariciv, il monitor della sala d’aspetto dal Lions Club di Civitavecchia/Santa Marinella. Le attività del nuovo Poliambulatorio Specialistico inizieranno in larga parte già da domani 27 ottobre. Sono già partiti inoltre i lavori per la realizzazione di un nuovo Cup. – «Ora – ha aggiunto il dg Quintavalle – ci concentreremo sulla risonanza, sull’hospice e, con il sindaco, sul progetto di realizzare una Citta della Salute in città dove delocalizzare tutte le strutture in affitto o desuete. Ora invece vogliamo un luogo in cui concentrare la sanità della città». Al quarto piano, infine, ci sarà la sede del nuovo poliambulatorio di Diabetologia. «È un altro pezzo di ospedale che torna alla città – il commento del sindaco M5s Cozzolino – In questi mesi di amministrazione della città è la terza volta che vengo qui, e devo dare atto alla Regione di stare facendo la sua parte. Inoltre l’ambulatorio serve anche a razionalizzare, è una opera di risparmio assolutamente necessaria. È una opera anche di efficientamento e gli utenti non possono che essere soddisfatti».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login