Roma, Garcia: "A San Siro vogliamo allungare la striscia di vittorie" | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Roma, Garcia: “A San Siro vogliamo allungare la striscia di vittorie”

– «Abbiamo studiato l’Inter, sappiamo cosa può fare. Sarà una partita esaltante e il nostro atteggiamento non cambia: giochiamo sempre per vincere, l’obiettivo è allungare la nostra striscia positiva». A Milano per restare in testa alla classifica, e allungare su una diretta rivale nella corsa al titolo. Rudi Garcia ha le idee chiare alla vigilia della trasferta di San Siro che metterà di fronte il miglior attacco del campionato (25 gol fatti dai giallorossi) e la miglior difesa (7 reti subite dai nerazzurri). «Fare gol è molto importante, ma a volte anche non prenderne può essere utile – ammette il tecnico della Roma -. I numeri dicono che loro sono ben organizzati, prendono pochi gol perchè hanno qualità sul piano fisico. Gli basta segnarne uno per trasformarlo in una vittoria da tre punti. Che Inter mi aspetto? Non lo so, finora ha usato differenti moduli. Non c’è Felipe Melo, ma hanno diverse soluzioni a centrocampo, è una squadra con singoli di alto livello. L’abbiamo studiata, sappiamo che può sia aspettare sia fare pressing alto». Insomma, Garcia dà l’impressione di aver osservato molto bene la squadra di Mancini, considerato «un grande del calcio, un bravissimo allenatore che ha vinto anche in Inghilterra». E che, proprio come Garcia, punta a conquistare il titolo a fine anno: «Se vedo i nerazzurri tra i favoriti per lo scudetto? Non lo so, non sono bravo a scommettere. Inter e Napoli sono due buone squadre, ma non dimentichiamo le altre che sono in alto in classifica, e la Juventus. Non è che il campionato si è ridotto a una corsa con Napoli e Inter, ci saranno tante squadre in alto a lottare e questo renderà il campionato molto attraente». Di certo, per uscire da San Siro con un risultato positivo, la Roma non dovrà farsi sorprendere: «Dobbiamo essere pronti a tutto e soprattutto essere in grado di fare la nostra partita – sottolinea Garcia -. Dovremo pensare solo a questa gara, dare tutto, e se finiremo stanchissimi non sarà un problema. Dopo penseremo alla Champions League, non prima». Ecco perchè il turn-over sarà limitato al minimo, col ritorno di Salah in attacco (al posto di Iago Falque), quello di De Rossi a centrocampo (il mediano ha smaltito l’affaticamento muscolare ed è stato convocato dopo aver svolto la rifinitura col resto dei compagni), e l’arretramento di Florenzi in difesa per Maicon, elogiato per il ritorno ad alti livelli: «Un Maicon così è un plus per la Roma, ci può dare una grande mano». La stessa che la squadra vorrebbe dare a Roma, da mesi ormai al centro di scandali e polemiche. «Se domani sera a Milano, città storicamente rivale, giocheremo anche un pò per la Capitale che sta vivendo un momento molto difficile dal punto di vista politico? Noi ci occupiamo solo di calcio – conclude Garcia -, ma ovviamente vogliamo portare in alto non solo i colori della Roma ma anche di Roma. Conosciamo tutti il prestigio di questa città e se nel nostro piccolo potremo un giorno darle ancora un pò più di luce saremo contenti».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login