Velletri, rumori molesti in ufficio e il fastidio dei vicini: così muore un commercialisti di 32 anni | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Velletri, rumori molesti in ufficio e il fastidio dei vicini: così muore un commercialisti di 32 anni

L'omicidio è avvenuto dopo una lite: l'albanese si era lamentato per le voci provenienti dall' appartamento accanto che non lo faceva dormire

– I Carabinieri della Compagnia di Velletri, in collaborazione con gli Agenti del locale Commissariato della Polizia di Stato hanno arrestato un albanese, di 43 anni, accusato dell’omicidio del commercialista morto la scorsa notte a Velletri dopo essere stato gravemente ferito. L’omicidio è avvenuto dopo una lite tra vicini di casa: l’albanese si era lamentato per il rumore proveniente dall’ appartamento accanto che non lo faceva dormire. La polizia e i carabinieri intervenuti hanno trovato la vittima riversa sul pavimento dell’ascensore in una pozza di sangue assieme a due amici di 35 e 26 anni. Immediatamente soccorso da personale del 118 veniva trasportato al locale pronto soccorso dell’ ospedale civile di Velletri dove poi è morto. L’arrestato, dopo un lungo interrogatorio, ha confessato.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login