Maltempo, danni ai sevizi elettrici: impegno sulle emergenze in Ciociaria | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Maltempo, danni ai sevizi elettrici: impegno sulle emergenze in Ciociaria

– Rafforzare ancora di più i rapporti di cooperazione e definire strategie specifiche per fronteggiare ogni tipo di rischio con impatto sul servizio elettrico. È stato questo l’obiettivo di un incontro svoltosi a Frosinone con l’intervento del prefetto Emilia Zarrilli e presieduto dalla Responsabile Area Protezione Civile Stefania Galella. Per Enel erano presenti Alfredo Criscuolo (Rapporti con la Protezione Civile), Roberto Valentini (Enel Distribuzione Frosinone), Aniello Canfora (Security) e Ornella Ferrini (Affari Istituzionali). L’obiettivo è rendere più efficaci gli interventi sul territorio frusinate e prevenire rischi e disservizi, allo scopo di ridurre eventuali disagi per i clienti connessi alla rete elettrica. «Il ripetersi di fenomeni naturali estremi e di eccezionale violenza – spiega Enel in una nota – impone un approccio di sistema alla gestione delle emergenze e in quest’ottica si inserisce l’impegno di Enel che va nella direzione di una puntuale pianificazione degli interventi, con un’attenzione costante allo sviluppo e alla manutenzione delle infrastrutture elettriche. Grazie al presidio costante e capillare del territorio, all’utilizzo di tecnologie innovative e alla professionalità del personale, Enel ha affrontato con tempestività ed efficacia le emergenze che hanno interessato il Paese e che hanno creato, immancabilmente, situazioni difficili per i cittadini e per le imprese». Per Franco Gizzi, responsabile di Enel per i rapporti con la Protezione civile «il percorso di condivisione avviato con la Prefettura di Frosinone si inserisce nell’ambito dell’accordo che Enel ha sottoscritto con il Dipartimento della Protezione Civile che ha sancito, ancora una volta, la centralità della tutela dei cittadini nell’azione del sistema di protezione civile».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login